Camorra a Marano: restano in carcere i Cesaro,fratelli di Gigino a ‘purpetta e l’ingegnere Giannella

Camorra a Marano: restano in carcere i Cesaro e l’ingegnere Giannella

Venerdì 16 giugno 2017

Restano in carcere i fratelli Aniello e Raffaele Cesaro e con loro anche Oliviero Giannella, il tecnico di fiducia della famiglia di imprenditori di Sant’Antimo. I giudici dalla ottava sezione del tribunale del Riesame hanno confermato la detenzione in carcere per i fratelli del parlamentare di Forza Italia, Luigi Cesaro, pure lui indagato nella vicenda. resta solo da decidere la posizione dell’imprenditore Antonio Di Guida, mentre il cugino Pasquale è stato messo in libertà l’altro giorno. L’inchiesta sul Pip di Marano e sul coinvolgimento del clan Polverino nell’affare va avanti e si è arricchita in questi giorni con le dichiarazione del nuovo pentito Claudio lamino del clan Puca di Sant’Antimo, paese d’origine dei Cesaro. Secondo il collaboratore di giustizia i Cesaro erano soci in affari con la cosca del famigerato “Pasqualino ‘ o minorenne” anche se poi l’avrebbero tradito e per questo sarebbero stati oggetto di alcuni attentati. Ma questo ora è un filone nuovo dell’inchiesta sui Cesaro che coinvolge direttamente il parlamentare. E ora la parola passa alla Cassazione.

fonte:https://www.cronachedellacampania.it

Archivi