calvario dei Testimoni di Giustizia.Siamo trattati malissimo dal Servizio Centrale Protezioni del Ministero dell’Interno:”ci trattano come un numero di matricola”.

Continua l accanimento del SCP nei confronti dei testimoni di giustizia anche se a giorni e’ stata approvata la nuova legge 3500 operatori del SCP ci trattano peggio di criminali.

Ora basta da persona per bene e rispettosa delle regole  nelle quali ho ho osservato alla lettera quelle impartite ,ma qui e’ questione di rispetto ci sentiamo costantemente  umiliati e “minacciati “da questi individui che dovrebbero garantirci serenita’ e sicurezza invece ci ricattano ogni volta che chiediamo un ns diritto al motto VI BUTTIAMO FUORI DAL PROGRAMMA.
Non c e’ alcuna professionalita’  E umanita nel gestire le ns vite i ns impegni di salute .
Ci trattano come un numero di matricola che ci hanno attribuito.
A tal punto comunico che daro’ vita ad una eclatante protesta per difendere il mio diritto alla liberta’ costi quel che costi.
Non temo solo la camorra a questo punto ……
Ho dato un altissimo contributo alla magistratura ho salvato migliaia di vite umane ho contribuito con le mie denuncie a svelare il piu’ grande sistema di corruzione in ambito appalti autostrdali  a far mettere in sicurezza centinaia di opere devrerate a rischio crollo.
Quadagnavo 60 mila euro all anno ora mi danno 1600 euro di contributo al mese e me lo fanno anche pesare ….perche’ spesso mi hanno detto rompicoglioni ….
Risultato ho perso tutto ma non voglio perdere la liberta’ di uomo per bene e incensurato.
Ciliberto Gennaro
Archivi