Boss pentito, il ministro Orlando annuncia: “Stati generali della lotta alla mafia”

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, partendo dal caso di Palermo della donna che annuncia la morte del fratello, boss pentito, convoca gli “Stati generali della lotta alla mafia”. “La criminalità organizzata”, osserva il Guardasigilli, ”esiste nel nostro Paese da troppo tempo. Accanto alla repressione, occorrono anche armi culturali. Dobbiamo fare il punto e riflettere su ciò che funziona e ciò che non funziona per vincere l’omertà che raggiunge sfere di insospettabili. E che prevale, come nel caso di Palermo che però non è isolato, sui rapporti di parentela”

di Alberto Custodero

Archivi