.«Boss detenuti, ma comandano sempre i Mallardo». Tutte le alleanze del clan tra i più potenti d’Italia

«Boss detenuti, ma comandano sempre i Mallardo». Tutte le alleanze del clan tra i più potenti d’Italia

di REDAZIONE

GIUGLIANO. Nonostante arresti, operazioni e faide interne il clan Mallardo resta al comando della criminalità nell’area giuglianese. Ad accertarlo è l’ultima relazione della Dia che ha fotografato i recenti equilibri criminali. “L’assenza dei capi del gruppo Mallardo, tutti detenuti, non sembra averne compromesso la leadership. Il clan Mallardo riveste un ruolo centrale negli equilibri criminali dell’intera regione, in ragione dei rapporti di alleanza con le organizzazioni criminali vincenti operanti nel casertano e nel capoluogo e per l’impero economico che fa capo alla famiglia. Si tratta di un sodalizio articolato e ramificato, alleato con storici gruppi di Napoli (Licciardi e Contini) e con i Casalesi, in buoni rapporti anche con i clan operanti a Villaricca e con le famiglie Nuvoletta e Polverino di Marano. Risultano ormai conclamate in atti giudiziari le proiezioni dei Mallardo in altre regioni, in particolare nel Lazio, finalizzate al riciclaggio di capitali”.

30/01/2017

fonte:www.internapoli.it

Archivi