Bisogna riposizionare i Commissariati della Polizia di Stato in provincia di Latina e mandare personale più esperto di criminalità economica

UNO DEI PROBLEMI PONTINI GRANDI QUANTO UNA MONTAGNA: IL RIPOSIZIONAMENTO DEI PRESIDI DELLA POLIZIA DI STATO!

Quattro Commissariati della Polizia di Stato nel sud pontino e, poi, da Terracina in su’, solamente la Questura ed un quinto Commissariato a Cisterna.

Scoperti tutti i monti Lepini, con i grossi problemi di ordine pubblico e non solo che essi hanno; scoperta anche tutta la fascia costiera, da San Felice Circeo, Sabaudia, fino a Nettuno.

E’ assurdo continuare così, con nessuno che se ne occupi.

Da tempo abbiamo sottolineato l’inutilità di un Commissariato a Gaeta, quando ad appena 6 chilometri, c’è quello di Formia.

Spostiamo il personale della Polizia di Stato di Gaeta a Fondi, dove c’è un bisogno estremo, considerata la situazione esistente in questa città, rafforzando la Compagnia Carabinieri e ripristinando la Brigata della Guardia di Finanza a Gaeta, in considerazione della montagna di investimenti “sospetti” nella città del Golfo.

Questo è il quadro, secondo noi, che dovrebbero disegnare il Questore D’Angelo, il Prefetto Frattasi e il Ministro Maroni, in quanto le mutate condizioni di una provincia invasa dalle mafie impongono un riposizionamento, oltreché una riqualificazione, di tutto l’assetto investigativo pontino.

In frontiera vanno collocati gli uomini migliori e nei posti più strategici. Un discorso, questo, antipatico, che può essere interpretato male, ma a noi stanno a cuore, più di ogni altra cosa, le sorti di questa provincia disgraziata ormai preda di delinquenti e mafiosi. Che si annidano dappertutto.

Lo Stato, pertanto, non può mandare su questo territorio gente impreparata ed utilizzata male.

Uno dei grossi drammi della provincia di Latina è, appunto, purtroppo, la carenza di “investigatori” capaci di combattere e neutralizzare il “ sistema” delle nuove mafie, diventate IMPRESA.

Non si possono, quindi, continuare ad avere su un territorio invaso da capitali di sospetta origine mafiosa, operatori che continuano a vedere la criminalità organizzata nella vecchia ottica di ordine pubblico.

Nella Questura di Latina abbiamo salutato con gioia l’arrivo di una funzionaria esperta nel contrasto della criminalità economica. Ma non basta perché è anche nei Commissariati che occorre personale più specializzato ed utilizzato al meglio.

Archivi