Bisogna recidere i legami fra politica ed istituzioni con le mafie

LA LOTTA ALLE MAFIE, SE NON SI RECIDONO I LEGAMI CHE QUESTE HANNO CON LA POLITICA E CON LE ISTITUZIONI, RISCHIA DI ESSERE UN’OPERA INUTILE

Sono almeno altri due, oltre a quello di Fondi, i consigli comunali in provincia di Latina in cui siedono consiglieri sospettati di avere collegamenti con organizzazioni o, comunque, soggetti criminali.

Il fatto ripropone prepotentemente il tema dei rapporti fra individui appartenenti ai mondi della politica e delle istituzioni e quello della criminalità.

Un problema che, se non si affronta con determinazione, renderà sempre inefficace la lotta alle mafie.

Sono anni che noi stiamo spendendo il massimo delle nostre energie per individuare nel Lazio situazioni sensibili che riguardano contiguità o complicità di questo tipo.

Rivolgiamo, pertanto, un caldo appello alla società civile più attenta, oltre che ai magistrati ed alle forze dell’ordine, perché si cominci, anche nel Lazio come già fanno in Campania e nelle altre regioni del sud, a guardare con maggiore attenzione ai piani alti.

La lotta alle mafie, se non si recidono i legami che queste hanno con la politica e con le istituzioni, rischia di diventare un’opera inutile.

Archivi