Basta con le minacce ed i ricatti! Grazie a Dio siamo ancora in democrazia e non sotto il regime fascista!

Latina 3 agosto 2008

  

                                                                                        Al Presidente della Repubblica

                                                                                                   ROMA

 

                                                                                       Al Ministro dell’Interno

                                                                                                   ROMA

 

                                                                                        Alla Direzione Nazionale Antimafia

                                                                                                    ROMA

 

                                                                                         Alla Procura Generale della

                                                                                          Corte di Appello di

                                                                                                     ROMA

 

 

BASTA CON LE MINACCE E CON I RICATTI! GRAZIE A DIO SIAMO ANCORA IN DEMOCRAZIA E NON SOTTO IL REGIME FASCISTA!!!

 

 

 

Il giudice Cario viene minacciato di… ispezione ministeriale solo perché ha… osato convalidare la richiesta di sequestro, fatta dal PM Miliano, dell’Holiday Village di Fondi (poi, dissequestrato dal Procuratore Capo della Repubblica di Latina). 

 

La Dottoressa Cascella, dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Terracina, viene minacciata di… intervento di un Sottosegretario all’Interno solo perché ha osato confermare su un giornale quel che già aveva scritto la Direzione Nazionale Antimafia a proposito della presenza mafiosa a Terracina. 

 

Oggi leggiamo le dichiarazioni rilasciate ad un quotidiano dall’ex Sindaco di Fondi Onorato Mazzarino, il quale, commentando la disparità di trattamento usata, rispetto sempre all’Holiday Village, ai danni del campeggio “Il Gabbiano”, abbattuto al contrario dell’altro, ha dichiarato testualmente: 

 

“A mio parere “Il GABBIANO” si poteva salvare, e a riprova di ciò c’è anche un episodio risalente al primo aprile del 2005, in piena campagna elettorale. Quel giorno si presentò ai titolari del campeggio una persona organica all’entourage del senatore Claudio Fazzone. Era venuto per una proposta: se, invece di votare me, avessero indirizzato le proprie preferenze verso Forza Italia, la struttura sarebbe rimasta aperta. Un ricatto di cui ci sono diversi testimoni e che ho già fatto presente alla Procura ed all’Antimafia”. 

 

Fatti, questi, gravissimi che denotano l’esistenza in provincia di Latina di una vera e propria emergenza democratica e che richiedono, inoltre, un intervento autorevole del Capo dello Stato, del Ministro degli Interni e del Procuratore Generale della Corte di Appello, oltreché del CSM sui cui tavoli già si trovano i fascicoli che riguardano le vicende relative all’Holiday Village di Fondi. 

 

Questa Associazione, con una precedente nota, ha già chiesto al Ministro degli Interni un incontro per un esame della situazione che riguarda la presenza mafiosa nel Basso Lazio e le carenze della Giustizia inquirente. 

 

Nel sollecitare il Ministro dell’Interno a convocare tale incontro, la scrivente Associazione chiede al Procuratore Generale della Corte di Appello di avocare per le decisioni finali il fascicolo riguardante l’Holiday Village. 

 

Si ritiene utile ricordare che sul caso di tale villaggio turistico indagò anche il Capitano Fedele Conti, comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di Fondi, suicidatosi poco dopo per motivi ancora da accertare. 

 

LA SEGRETERIA

Archivi