Basta con la delegittimazione di Collaboratori e Testimoni di Giustizia.

Continua una campagna sottile di

delegittimazione di Carmine Schiavone e,tramite

questo,dei Collaboratori di Giustizia,dei

Testimoni di Giustizia e di coloro che si

schierano dalla parte della Giustizia

 

Già  più volte l’Associazione Caponnetto si é

vista costretta nei tempi andati a scendere in

campo a difesa di quanti,Testimoni o

Collaboratori ,si schierano dalla parte della

Giustizia e contro la criminalità mafiosa.

Lo abbiamo fatto per onestà intellettuale

ma,soprattutto,per sconfiggere il tentativo di

qualche malintenzionato che pensa,attraverso la

delegittimazione di queste due categorie,di

privare la Giustizia di uno strumento

fondamentale per la lotta alle mafie.

Due sono gli elementi,infatti,che oggi

caratterizzano la costituzione degli impianti

accusatori:

-le intercettazioni;

– le collaborazioni.

Senza intercettazioni e senza Collaboratori molti

processi non potrebbero nemmeno essere messi in

piedi.

Questa é la realtà.

Punto.

Parliamoci chiaramente,ad evitare polemiche

strumentali con qualche imbecille di cui il mondo

é pieno.

Quando noi parliamo di Collaboratori,di

Testimoni e quanti altri ci riferiamo a quelli che

EFFETTIVAMENTE collaborano con la

Giustizia,a quelli,cioé,ritenuti attendibili dai

Magistrati i quali sono gli UNICI a poter dire se

essi dicono la verità o meno e NON  a coloro che

non dicono le cose come sono andate,ai

depistatori,ai bugiardi.

Andando al “caso”  di Carmine Schiavone,del

quale leggiamo da tempo qualche nota stonata,va

detto che nessuno di noi si é mai azzardato a

negare il suo livello criminale.

Ma va anche detto che egli ha prima di tutto

espiato con lunghi anni di galera le sue colpe

e,poi,che,con le sue dichiarazioni egli ha fornito

gli elementi perché le istituzioni fossero in grado

di evitare i milioni di morti che si paventano non

solo in Campania ma anche in tutti quegli altri

territori dove sono stati interrati i rifiuti nocivi.

Se proprio vogliamo parlare di criminalità,va

detto che sono più criminali quei soggetti politici

ed istituzionali che,pur avendo visto o appreso

quanto i Casalesi stavano facendo,non hanno fatto

quello che avrebbero dovuto fare ed hanno

consentito un eccidio che chissà quanti anni

ancora durerà.

Questi sono più criminali di tutti quanti gli altri.

Ordunque,dare del criminale a Schiavone che ha

pagato e pagherà da  ora in avanti davanti a Dio

assolvendo in pratica,con il silenzio,chi ha

consentito tutto quello che egli ha

denunciato,oltre che riduttivo e deviante,ci

sembra un vero e proprio atto criminale.

Basta !!!!!

 

Archivi