Basso Lazio in ginocchio per la gravissima crisi idrica determinata da fattori di gestione che vanno tutti rivisti e posti al vaglio delle autorità inquirenti.L’Associazione Caponnetto sta lavorando alla stesura di una denuncia alla Procura della Repubblica ed a quella della Corte dei Conti per individuare e punire i responsabili.

LA VICENDA DELLA CRISI IDRICA NEL BASSO LAZIO SI AGGRAVA E L’ASSOCIAZIOBE CAPONNETTO  STA LAVORANDO ALL’ELABORAZIONE DI UNA DENUNCIA CHE A GIORNI  SARA’ PRESENTATA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA ED A QUELLA DELLA CORTE DEI CONTI.

SI TEMONO RIPERCUSSIONI SUL PIANO DELL’ORDINE PUBBLICO.

 

MEZZA  REGIONE  LAZIO  IN  GINOCCHIO  CON  PESANTI  RICADUTE  SULL’ECONOMIA  E SULLA SALUTE PUBBLICA.

AGRICOLTURA  E COMMERCIO GIA’ IN PROFONDA CRISI,MENTRE PER IL TURISMO SI ANNUNCIA  UNA STAGIONE  NERISSIMA IN QUANTO  I TURISTI  DISERTANO  QUEL  LEMBO  DI TERRA  STORICAMENTE AMBITO E QUELLI  GIA’ PRESENTI  FANNO LE VALIGIE  E SCAPPANO  CHIEDENDO,PERALTRO, I RIMBORSI DELLLE SOMME GIA’ PAGATE.

TRE  PROVINCE,LATINA,FROSINONE E ROMA,ASSETATE  E COLPITE  DURAMENTE CON LE POPOLAZIONI IN RIVOLTA PER LE GRAVISSIME RESPONSABILITA’ POLITICHE,AMMINISTRATIVE E TECNICHE  DI QUANTI AVREBBERO DOVUTO INTERVENIRE  NEGLI ANNI PERCHE’ TUTTO CIO’ NON ACCADESSE.

SI PARLA,INFATTI,DI UNA DISPERSIONE IN UNA RETE  SENZA MANUTENZIONE PER ANNI DI UN BEL 70 %.

CONFCOMMERCIO E COLDIRETTI  GIA’ SI SONO MOSSE CON LETTERE DI PROTESTA ALLA REGIONE LAZIO ED AI SINDACI DELL’ATO4 MENTRE IL M5S STA RACCOGLIENDO MIGLIAIA DI FIRME PER CHIEDERE L’INTERVENTO DELLE AUTORITA’ COMPETENTI  ED UN POOL DI AVVOCATI  STA FACENDO ALTRETTANTO PER AVVIARE UNA CLASS ACTION E CHIEDERE IL RISARCIMENTO DANNI.

L’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO,DAL CANTO SUO,STA LAVORANDO ALLA STESURA DI UNA DENUNCIA  ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA  ED  A  QUELLA  DELLA CORTE DEI CONTI PER INDIVIDUARE E PUNIRE TUTTI I RESPONSABILI,DENUNCIA CHE SARA’ PRESENTATA A GIORNI.

Archivi