Avvertimenti di stampo mafioso a Gaeta. Dopo gli incendi dei gazebo, ora è stato preso di mira il bar sulla Montagna Spaccata

SCOPPIA LA QUESTIONE DELLA MANCATA REGOLAMENTAZIONE DEL COMMERCIO AMBULANTE A GAETA. SEGNALI INQUIETANTI DI STAMPO MAFIOSO

Stiamo chiedendo da tempo all’Amministrazione comunale di Gaeta una regolamentazione del commercio ambulante, ma sembra che le orecchie degli amministratori siano chiuse all’ascolto dei nostri inviti.

Già ci sono stati dei segnali inquietanti con gli incendi di alcuni gazebo.

Ora un avvertimento di chiaro stampo mafioso è giunto alla Signora Assuntina Di Domenico, proprietaria di un bar nei pressi del Santuario della Montagna Spaccata a Gaeta.

Alla porta del bar, infatti, la Signora Di Domenico ha trovato appeso un serpente morto della lunghezza di oltre due metri.

Il serpente è stato preso in consegna dagli agenti del Parco della Riviera di Ulisse e sul posto è intervenuto anche il personale del locale Commissariato della Polizia di Stato per i rilievi necessari.

Archivi