Aumenta l’allarme per Bracciano

ALLERTA PER BRACCIANO

“Fermateli”!

Continuano a pervenirci grida di allarme per Bracciano relativamente ad una situazione che sta preoccupando oltremisura.

E’ in gran parte il settore del commercio, oltre a quello dell’edilizia, che sta registrando un’invasione di cinesi e campani soprattutto davvero singolare.

Noi già abbiamo segnalato da tempo agli organismi centrali competenti tale stato di cose, ma vediamo che la situazione si sta aggravando.

Evidentemente l’azione da parte delle forze dell’ordine locali non è stata finora adeguata alla gravità della situazione.

Ma, per onestà intellettuale, c’è un altro discorso da fare perché non è solo sul piano repressivo che il problema possa essere risolto.

Intanto va sottolineato che è mancata finora una mobilitazione della gente e dell’imprenditoria locali che non reagiscono ad un’invasione che le sta letteralmente espropriando dal proprio territorio.

E, poi, va denunciata la latitanza della politica che non vigila, non denuncia, non si attiva perché vengano rifiutate certe concessioni, certe autorizzazioni a gente sospetta.

In situazioni del genere sono soprattutto la gente e la politica che debbono reagire.

Non possono essere solamente forze dell’ordine e magistratura.

Comunque, noi rilanciamo l’invito alle forze dell’ordine a monitorare attentamente tutti gli insediamenti anagrafici, gli investimenti di capitali, i passaggi di proprietà, le concessioni edilizie, le varianti urbanistiche, qualunque intervento, insomma, di natura economica fatto da soggetti provenienti dalla Cina e da quelle regioni, Campania, Calabria, Sicilia, storicamente controllate dalle mafie.

Archivi