Attacchi della Segreteria provinciale del SIULP di Latina

Latina, 31 agosto 2007

ON. GIULIANO AMATO
MINISTRO DEGLI INTERNI
ROMA

ON. FRANCESCO FORGIONE
PRESIDENTE COMMISSIONE PARLAMENTARE ANTIMAFIA
ROMA

AL PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIA
ROMA

OGGETTO: attacco del SIULP di Latina contro il Sindaco di Gaeta e l’Associazione “A. Caponnetto”

C’è un aspetto, nella dura presa di posizione assunta dalla segreteria provinciale del SIULP di Latina ai danni del Sindaco di Gaeta e della scrivente Associazione regionale, che desta profonda inquietudine e che richiede una rigorosa indagine da parte delle SS. LL.

Corre voce che gli autori di tali incredibili attacchi nei confronti di chi ha osato sostenere che… la provincia di Latina è fortemente infiltrata dalle mafie siano operatori in gran parte appartenenti a reparti operativi addetti all’azione di contrasto della criminalità organizzata.

Se la notizia dovesse rispondere a verità, sarebbe estremamente grave in quanto sarebbe spontaneo porre la seguente domanda:

se chi è chiamato a svolgere indagini per individuare presenze ed attività della criminalità organizzata in provincia di Latina minimizza aprioristicamente le dimensioni di tale fenomeno ed attacca chi, al contrario, lo denuncia, come si può sperare in un’azione efficace dello Stato contro le mafie?

PERCHE’ TANTA DUREZZA NELLA POLEMICA AI DANNI DI CHI, COME NOI, DENUNCIA COSTANTEMENTE IL RADICAMENTO DELLE MAFIE IN PROVINCIA DI LATINA? E PERCHE’ LA POLEMICA E’ PROMOSSA DA PARTE DI OPERATORI DI POLIZIA CHE, AL CONTRARIO, DOVREBBERO CONCORDARE CON QUESTA ASSOCIAZIONE NELLA LETTURA DEL FENOMENO MAFIOSO?

La scrivente Associazione invita il Ministro ed il Capo della Polizia a disporre una severa indagine che contribuisca a dare una risposta alle succitate domande.

Distinti saluti

IL SEGRETARIO REGIONALE

Dr. Elvio Di Cesare

Archivi