Asta Hotel Mirasole Gaeta: Comune di Gaeta e Regione Lazio costituiscano una società pubblico-privata che rilevi la proprietà, ad evitare che cada in mani sospette

LA QUESTURA DI LATINA HA IMBOCCATO LA STRADA GIUSTA PER LA LOTTA CONTRO LE MAFIE: IL SEQUESTRO E, POI, LA CONFISCA DEI BENI ILLECITI

E’, questa, una delle strade maestre per combattere efficacemente le mafie: il sequestro e, poi, la confisca dei suoi patrimoni.

Ce n’è un’altra, forse più efficace ancora, quella del taglio dei cordoni che le uniscono a tutta quell’area grigia, zuccherosa, melmosa, costituita da professionisti, da esponenti politici ed istituzionali.

Ecco perché da tempo stiamo insistendo nel tentare di far riesumare i risultati dell’inchiesta, – archiviata non sappiamo per quale ragione -, fatta alcuni anni fa dalla Polizia di Formia sulla “ Formia Connection”.

Nelle intercettazioni fatte all’epoca risultavano nomi di noti esponenti politici.

Archiviate.

Perché?

Qualcuno dovrà spiegarlo.

Prima o poi.

Ogni parlamentare, di destra, di centro o di sinistra, si è peritato, finora, di chiederlo al Ministro della Giustizia.

Eppure lo sanno tutti.

Mantenere indenni quei legami significa consentire alle mafie di continuare a fare quello che hanno sempre fatto:

appropriarsi di ogni spazio nella vita civile, politica, economica del territorio, vanificando gli sforzi di quegli investigatori che stanno facendo il proprio dovere.

Comunque è lodevole il comportamento della Questura di Latina diretta dal Dr. D’Angelo.

E’ quello che dovrebbero fare le altre forze di polizia!!!

Attenzione anche alle aste giudiziarie.

E, tanto per stare in tema, attenti a quella che riguarda in questi giorni l’Hotel Mirasole di Gaeta, un gioiello appetibile, che, una volta acquisito, consentirebbe di imporre un quasi monopolio sull’economia gaetana e del sud pontino.

Lo strumento per evitare tutto ciò sarebbe, secondo noi, la costituzione di una società pubblico-privata, con la partecipazione, ovviamente, dell’attuale gestore, che dovrebbe rilevare la proprietà.

In questa direzione invitiamo il Sindaco di Gaeta a muoversi nei confronti della Regione Lazio e, al contempo, chiediamo al v. Presidente Montino di assumere subito un’iniziativa.

Vediamo quello che faranno!!!

Archivi