Assurdo: Il Sindaco di Sorrento nega l’esistenza della camorra sul territorio. Ma come si fa ad andare avanti con questa classe politica???!

L’associazione Caponetto della Regione Campania, di fronte alle gravi e superficiali dichiarazioni del sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo su camorra e riciclaggio :” a Sorrento non c’e’ camorra”. E’ il titolo del quotidiano “Metropolis” ; Ciò conferma il comportamento e il pensiero del primo cittadino.
Non sono bastate le chiare e approfondite prese di posizioni degli esponenti dell’antimafia senatore Raffaele Lauro PDL e senatore Bossa PD . Non sono bastate le condanne in primo grado di noti imprenditori del cemento i cui familiari risulterebbero proprio soci del sindaco Cuomo; non è bastato il recente conflitto a fuoco di Vico Equense e i due omicidi di camorra accaduti in zona; non è bastata l’inchiesta sul clan Lubrano-Ligati e il consorzio Icaro;
non sono bastate le decine di morti per droga e le operazioni anti-spaccio condotte dalla’Autorità Giudiziaria;
non sono bastate le inchieste sulle lobby del cemento, camorra ed affari come non bastasse i provvedimenti di beni sequestrati e confiscati nell’area stabiese sorrentina; come non bastasse le indagini dell’antimafia condotte negli anni 85-92 sull’infiltrazioni dei capitali illeciti nell’economia turistica; il sindaco chiama in causa l’Arma del Carabinieri dichiarando in pieno consiglio comunale del 28.9.2012 attraverso il maggiore esponente, colonello di Torre Annunziata (NA) ” di non preoccuparsi in quanto è un episodio singolo ed isolato”,
A Sorrento la camorra non c’è titola Metropolis in prima pagina.
Dimentica che ormai da anni la camorra non è solo ordine pubblico, ma appalti e sub-appalti droga, investimenti per alberghi e ristoranti, agenzie turistiche, riciclaggio.

Il Presidente Regionale

Archivi