Assegnazione beni confiscati ad organizzazioni mafiose

Latina, 10/10/2003

Al Prefetto di
LATINA
Al Direttore dell’Agenzia
Del Demanio
LATINA

p. c.
On. Ministro degli Interni
ROMA
Ai Prefetti di:
ROMA – VITERBO – RIETI
FROSINONE

Oggetto: assegnazione beni confiscati ad organizzazioni mafiose

Dei 31 beni confiscati finora dai Tribunali di Napoli, Santa Maria Capua Vetere e Roma in provincia di Latina a persone legate alla criminalità organizzata, ne risultano, allo stato, assegnati solamente:

3 a Formia;
1 a Gaeta
2 a San Felice Circeo;
8 a Pontinia.

Risultano, di conseguenza, ancora in attesa di destinazione:

1 magazzino, 2 appartamenti e ben 12 appezzamenti di terreno – alcuni dei quali con annessi
fabbricati – per una superficie complessiva di circa 32-33 mila mq. a Gaeta;
1 appezzamento di terreno di circa 4000 mq con annesso capannone ad Aprilia;
1 fondo con fabbricato a Cisterna.

Più volte questa Associazione ha suggerito l’opportunità di destinare tali beni, rispettando la volontà del legislatore, a finalità sociali, assegnandoli, pertanto, ad organismi formati da disabili, persone svantaggiate, giovani, lavoratori.
Nel riconfermare tale orientamento, si rinnova la richiesta di un loro intervento perché i beni suindicati e quelli che saranno in avvenire confiscati vengano assegnati ai soggetti di cui sopra.
La stessa richiesta viene contestualmente formulata ai Prefetti delle altre province del Lazio, cui la presente viene inviata per conoscenza, che sono pregati di adoperarsi perché venga accelerato l’iter di assegnazione dei beni confiscati nelle loro province

In attesa di un cortese cenno di assicurazione, distintamente si saluta

Il Segretario
dr. Elvio Di Cesare

Archivi