Arrestato a Roma il boss Emilio Esposito, boss dei Casalesi, che operava nel Basso Lazio

Latitante dal 2006, e’ incappato in servizi controllo territorio

Emilio Esposito, 37 anni, esponente di spicco dei clan camorristico dei casalesi, e’ stato bloccato a Roma, vicino alla metro Rebibbia, durante un’operazione di controllo del territorio. Privo di documenti, l’uomo e’ stato portato in commissariato e li’ identificato come il latitante dal 2006 e a capo dell’omonimo gruppo criminale, operante tra Sessa Aurunca (Caserta) e il basso Lazio. Esposito era ricercato su richiesta della Dda di Napoli per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e reati in materia di armi.

(Tratto da ANSA)

Archivi