Armi della camorra a go go

SCAMPIA – Nel vano ascensore di una palazzina popolare di via don Guanella, i Carabinieri della stazione di Marianella e del reggimento Campania hanno rinvenuto e sequestrato una pistola mitragliatrice di fabbricazione cecoslovacca calibro 7,65 e 85 cartucce per l’arma.

Sono ancora in corso indagini per accertare se quanto sequestrato sia attribuibile a un gruppo camorristico operativo nella zona, attualmente in contrasto con un clan che controlla gli affari illeciti nell’area nord. L’arma sequestrata sarà inviata per comparazioni balistiche al ra.c.i.s. di Roma.

Nel rione Traiano i Carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Bagnoli hanno effettuato numerose perquisizioni domiciliari a carico di soggetti d’interesse operativo della zona. La perquisizione nell’appartamento della famiglia Artiano ha portato al rinvenimento e sequestro di una beretta semiautomatica cal. 7,65 trovata con il colpo in canna e con 7 cartucce nel caricatore. L’arma, oggetto di furto, era in un cassetto della camera da letto, nascosta sotto alcuni abiti.

Sono stati  arrestati: Giovanni Artiano, 55 anni, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto elemento di spicco
del clan “Grimaldi” operante a Soccavo e contrapposto a quello dei “Vigilia”; Bianca Avitabile, 52 anni,già nota alle forze dell’ordine (moglie di Giovanni Artiano); mentre è stato denunciato in stato di libertà un loro familiare.
Anche la pistola sarà sottoposta a verifiche per appurare se sia stata impiegata per commettere fatti di sangue o intimidazione

Archivi