Aprilia,in provincia di Latina ed al confine con quella di Roma.Una situazione incandescente della quale non si riesce a venire a capo.Professionisti ,come l’avv.Mario Maio,ammazzati,assessori comunali,come Antonio Chiusolo,costretti a dimettersi e ad abbandonare la vita pubblica per le minacce e gli attentati subiti,botte ed attentati anche ad altri amministratori e funzionari comunali e,poi,tanti,tantissimi investimenti di capitali di provenienza molto dubbia.Fiumi di denaro .Quando noi parliamo di “predominio” della mafia in terra pontina il Questore di Latina ci contesta mentre il Prefetto dichiara che la Prefettura non ha emesso “nessuna” interdittiva antimafia a carico di imprese sospette.Quale azione ha svolto o ha sta svolgendo lo Stato per evitare che la situazione precipitasse fino a tal punto? E’ infondato,a questo punto,il nostro sospetto che tutto ciò sia in qualche modo collegabile con quelle famose “trattative” che ci sarebbero state fra pezzi dello Stato e camorra in una “villa di Gaeta”e delle quali hanno parlato alcuni giornali ed esponenti politici campani??????? E perché non si vuole approntare un apparato investigativo adeguato ? La provincia di Latina “zona franca” per camorra,ndrangheta,cosa nostra e via dicendo ????????????????????

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE 3/00484

Dati di presentazione dell’atto

Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 126 del 27/11/2013

Firmatari

Primo firmatario: FAUTTILLI FEDERICO
Gruppo: SCELTA CIVICA PER L’ITALIA
Data firma: 27/11/2013

Destinatari

Ministero destinatario:

  • MINISTERO DELL’INTERNO 

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’INTERNO delegato in data 27/11/2013

Stato iter:

CONCLUSO il 01/04/2014

 

Partecipanti allo svolgimento/discussione
RISPOSTA GOVERNO 01/04/2014
BOCCI GIANPIERO  SOTTOSEGRETARIO DI STATO INTERNO
 
REPLICA 01/04/2014
FAUTTILLI FEDERICO  PER L’ITALIA

 

Fasi iter: 

DISCUSSIONE IL 01/04/2014
SVOLTO IL 01/04/2014
CONCLUSO IL 01/04/2014

Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-00484

presentato da

FAUTTILLI Federico

testo di

Martedì 1 aprile 2014, seduta n. 202

FAUTTILLI. — Al Ministro dell’interno. — Per sapere – premesso che:
da alcuni anni si deve registrare un crescente numero di attentati ed intimidazioni ai danni di attività commerciali ed imprenditoriali nonché nei confronti di esponenti politici;
nel mese di agosto 2013 sono state danneggiate due automobili di proprietà dell’assessore alle finanze Antonio Chiusolo e di suo cognato, coordinatore del gruppo di Latina dell’associazione Libera contro le mafie;
questi atti, probabilmente di natura intimidatoria ai danni di amministratori e funzionari di Aprilia, sono stati preceduti da altri incendi dolosi come quello della vettura del direttore generale della Multiservizi nel settembre del 2011 e gli spari al bar del consigliere Nardin nel novembre del 2012;
più recentemente si deve registrare l’aggressione al consigliere comunale di Aprilia, delegato allo sport, Pasquale De Maio –:
se non ritenga che i fatti su esposti rappresentino il segnale di una attività di penetrazione di organizzazioni mafiose nel territorio di Aprilia e quali iniziative intenda adottare in merito. (3-00484)

 

 

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/13363

Dati di presentazione dell’atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 633 del 07/06/2016
Firmatari
Primo firmatario: FAVA CLAUDIO 
Gruppo: SINISTRA ITALIANA – SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’
Data firma: 06/06/2016
Elenco dei co-firmatari dell’atto
Nominativo co-firmatario Gruppo Data firma
COSTANTINO CELESTE SINISTRA ITALIANA – SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ 06/06/2016
Destinatari
Ministero destinatario:
  • MINISTERO DELL’INTERNO
  • MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’INTERNO delegato in data 06/06/2016
Stato iter:

IN CORSO

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13363

presentato da

FAVA Claudio

testo di

Martedì 7 giugno 2016, seduta n. 633

  FAVA e COSTANTINO. — Al Ministro dell’interno, al Ministro della giustizia . — Per sapere – premesso che:
il 20 maggio 2016 alle ore 14 uomini armati a bordo di uno scooter esplodevano diversi colpi di pistola calibro 9 contro l’automobile del responsabile del Tecnologico del comune di Aprilia, Corrado Costantino;
gli spari – uditi perfettamente dai residenti della zona e dagli altri dipendenti comunali del Palazzo comunale – hanno raggiunto e disintegrato il finestrino laterale posteriore della vettura del funzionario; giova sottolineare che la sede degli uffici comunali in questione si trova ad un chilometro in linea d’area con il locale reparto territoriale dell’arma dei carabinieri e l’attentato è stato commesso nel primo pomeriggio come gesto di sfida e di intimidazione plateale;
la città di Aprilia (LT) registra un solido e crescente radicamento della criminalità organizzata, come ha ricorda, questore di Latina Giuseppe De Matteis una settimana fa innanzi alla commissione parlamentare antimafia;
le intimidazioni e gli attentati rappresentano una costante in questi anni ad Aprilia, il 16 settembre 2011 veniva data alle fiamme la vettura del direttore generale della Multiservizi di Aprilia Fabio Biolcati Rinaldi e il garage del direttore del personale della stessa azienda Ilvo Silvi; la notte del 30 marzo del 2012 veniva lanciata una bottiglia incendiaria contro il pub Beautiful Monster in via Nettunense; il 19 agosto 2012 venivano esplosi diversi colpi di fucile contro l’abitazione dell’imprenditore Tesei e nel mese di luglio dello stesso anno veniva colpita da numerosi colpì di arma da fuoco l’auto del costruttore Pieralisi; nel gennaio del 2013 venivano date alle fiamme alcune auto della concessionaria Citroen Prezioso sita in via Nettunense; il 6 novembre del 2013 veniva aggredito a colpi di spranga il consigliere comunale Pasquale De Maio, davanti alla sede municipale in piazza dei Bersaglieri ed il 23 dello stesso mese venivano esplosi diversi colpi d’arma da fuoco verso un bar gestito dal figlio del consigliere comunale Giorgio Nardin; il 20 dicembre del 2013 venivano rinvenuti 10 proiettili calibro 9 x 19 mm innanzi all’abitazione dell’assessore alle finanze del comune d’Aprilia Antonio Chiusolo, la cui autovettura era stata fatta oggetto già 26 agosto dello stesso anno, insieme a quella del coordinatore provinciale di Libera, di incendio doloso; nella notte del 20 gennaio 2015 ignoti incendiava il Punto shop del di un distributore di benzina nel centro di Aprilia; li 12 marzo del 2015 alle 14 un soggetto non meglio identificato lanciava una molotov contro il negozio in via Inghilterra, il 17 marzo dello stesso anno veniva lanciata nella notte tra il 16 e il 17 marzo una bottiglia molotov contro un diverso negozio in via Rossetti ad Aprilia –:
quali iniziative siano state avviate o si intendano intraprendere per contrastare lo sviluppo e il radicamento delle organizzazioni criminali di tipo mafioso presenti nel territorio del comune di Aprilia e più in generale nella provincia di Latina;
se il Governo non ritenga opportuno prendere provvedimenti atti a potenziare gli organici, le capacità e gli strumenti degli organi inquirenti e delle forze dell’ordine nella città di Aprilia e più in generale nella provincia di Latina con l’obiettivo di aumentare il controllo del territorio e implementare le attività di contrasto delle organizzazioni criminali. (4-13363)

 

 

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/03035

Dati di presentazione dell’atto

Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 143 del 21/12/2013

Firmatari

Primo firmatario: POLVERINI RENATA
Gruppo: FORZA ITALIA – IL POPOLO DELLA LIBERTA’ – BERLUSCONI PRESIDENTE
Data firma: 21/12/2013

Destinatari

Ministero destinatario:

  • MINISTERO DELL’INTERNO
  • MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’INTERNO delegato in data 21/12/2013 

Stato iter: 

IN CORSO

Fasi iter: 

SOLLECITO IL 02/02/2015

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03035

presentato da

POLVERINI Renata

testo di

Sabato 21 dicembre 2013, seduta n. 143

POLVERINI. — Al Ministro dell’interno, al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
il consiglio comunale della città di Aprilia era stato già chiamato a dare un segnale importante in merito all’episodio avvenuto nella notte tra il 25 ed il 26 agosto 2013, quando un incendio doloso distrusse l’auto dell’assessore Antonio Pio Chiusolo;
il consiglio comunale aveva approvato una mozione che impegnava il sindaco e l’amministrazione a porre in essere «ogni azione ritenuta utile a salvaguardare la sicurezza collettiva e l’immagine della Città di Aprilia» ed «, a costituirsi parte civile negli eventuali procedimenti penali riconducibili all’attività dell’amministratore, lesivi non solo all’immagine della Città, ma anche dannosi al tessuto economico, produttivo e alla sicurezza sociale»;
nella giornata del 20 dicembre 2013 il sindaco della città di Aprilia ha convocato, in via straordinaria, una conferenza per comunicare le decisioni assunte dall’assessore Antonio Pio Chiusolo che ha rimesso nelle mani del sindaco le deleghe assessorili alle finanze ed agli affari generali, a seguito di ulteriori nuovi gravi atti intimidatori indirizzati alla sua persona, oggetto di una formale denuncia già presentata all’Arma dei carabinieri –:
quali iniziative il Governo, intenda adottare per garantire la sicurezza dell’assessore Chiusolo e degli amministratori della città di Aprilia e se siano state attivate indagini per assicurare alla giustizia gli autori delle gravissime minacce. 

 

 

ATTO CAMERA

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/03140

Dati di presentazione dell’atto

Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 151 del 14/01/2014

Firmatari

Primo firmatario: ZARATTI FILIBERTO
Gruppo: SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’
Data firma: 14/01/2014

Elenco dei co-firmatari dell’atto
Nominativo co-firmatario Gruppo Data firma
PIAZZONI ILEANA CATHIA SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ 14/01/2014
PILOZZI NAZZARENO SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ 14/01/2014
Destinatari

Ministero destinatario:

  • MINISTERO DELL’INTERNO 

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’INTERNO delegato in data 14/01/2014 

Stato iter: 

IN CORSO

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-03140

presentato da

ZARATTI Filiberto

testo di

Martedì 14 gennaio 2014, seduta n. 151

ZARATTIPIAZZONI e PILOZZI. — Al Ministro dell’interno. — Per sapere – premesso che:
la città di Aprilia (LT) registra un radicamento della criminalità organizzata come attesta – ex multis– la sentenza di condanna emessa dal tribunale di Latina il 16 novembre del 2012 a carico di Pasquale Noviello, per aver costituito un’associazione a delinquere di stampo mafioso riferibile al clan dei casalesi ed operativa tra Nettuno, Aprilia e zone limitrofe; secondo la mappa stilata dall’Osservatorio tecnico scientifico per la sicurezza e la legalità della regione Lazio sulla presenza dei principali clan criminali nel Lazio, risultano operanti sul territorio di Aprilia la ’Ndrina Alvaro e la ’Ndrina Nirta-Strangio; le relazioni della commissione parlamentare antimafia della decima, undicesima e quattordicesima legislatura, rilevavano la grave situazione della criminalità organizzata nella cittadina in oggetto in particolare nella relazione conclusiva del 2006 era scritto: «Sempre più evidente risulta la diffusione della criminalità nelle zone di Aprilia, Anzio e Nettuno in cui le radicate presenze di soggetti appartenenti a gruppi criminali di origine meridionale hanno rappresentato un fattore importante nella crescita della capacità criminale di aggregazioni locali dedite alle estorsioni e al traffico internazionale di sostanze stupefacenti»;
il 16 settembre 2011 veniva data alle fiamme la vettura del direttore generale della Multiservizi di Aprilia Fabio Biolcati Rinaldi e il garage del direttore del personale della stessa azienda Ilvo Silvi; la notte del 30 marzo del 2012 veniva lanciata una bottiglia incendiaria contro il pub Beautiful Monster in Via Nettunense; il 19 agosto 2012 venivano esplosi diversi colpi di fucile contro l’abitazione dell’imprenditore Tesei e nel mese di luglio dello stesso anno veniva colpita da numerosi colpi di arma da fuoco l’auto del costruttore Pieralisi; nel gennaio del 2013 venivano date alle fiamme alcune auto della concessionaria Citroen Prezioso sita in Via Nettunense; il 6 novembre del 2013 veniva aggredito a colpi di spranga il consigliere comunale Pasquale De Maio, davanti alla sede municipale in piazza dei Bersaglieri ed il 23 dello stesso mese venivano esplosi diversi colpi d’arma da fuoco verso un bar gestito dal figlio del Consigliere comunale Giorgio Nardin; il 20 dicembre del 2013 venivano rinvenuti 10 proiettili calibro 9 x 19 mm innanzi all’abitazione dell’assessore alle finanze del comune d’Aprilia Antonio Chiusolo, la cui autovettura era stata fatta oggetto già il 26 agosto dello stesso anno, insieme a quella del coordinatore provinciale di Libera, di incendio doloso; in seguito a tali episodi di intimidazione l’Assessore alle finanze del Comune di Aprilia ha rassegnato le sue dimissioni dall’incarico –:
quali iniziative siano state avviate o si intendano intraprendere per contrastare lo sviluppo e il radicamento delle organizzazioni criminali presenti nel territorio del comune di Aprilia e più in generale nella provincia di Latina;
se non ritenga opportuno prendere provvedimenti atti a potenziare gli organici, le capacità e gli strumenti degli organi inquirenti e delle forze dell’ordine nella città di Aprilia e più in generale nella provincia di Latina con l’obiettivo di aumentare il controllo del territorio e implementare le attività di contrasto delle organizzazioni criminali. (4-03140)

 

 

Archivi