.Apriamo un dibattito sull’uso dei beni confiscati alla mafia dopo  gli interventi dei Parlamentari del M5S e dell’On.Cristian Iannuzzi

 

 

 

 

 

 

APRIAMO UN DIBATTITO

 

 

 

AVANTI  CON UN DIBATTITO SU UNO DEI TEMI  PIU’ IMPORTANTI  DEL  PAESE .

UNA SOLA RACCOMANDAZIONE:

CHE ESSO SIA IL PIU’ CORRETTO E NON OFFENSIVO  NEI  CONFRONTI  DI  QUALSIASI  PERSONA.

ELIMINEREMO  OGNI  COMMENTO  CHE NON   DOVESSE  ESSERLO.

DIMOSTRIAMO  LA NOSTRA SERIETA’ ED ANDIAMO AI CONTENUTI  E NON ALLE FORME.

 

 

 

 

 

Elvio Di Cesare ha condiviso il post di Cristian Veg Iannuzzi.

  • 4 h

CRISTIAN, QUESTA QUESTIONE DELLE GESTIONE DEI BENI CONFISCATI ALLA MAFIA VA REGOLAMENTATA DA CIMA A FONDO,A NOI STA BENE CHE VENGANO ASSEGNAT,MA NON IN LOCAZIONE ,MA MAGARI A COSTI CONTENUTI AL MINIMO, A DIPENDENTI DELLE FORZE DI POLIZIA E DEI VIGILI DEL FUOCO,OLTRE CHE A FAMIGLIE DISAGIATE,SFRATTATE E DI LAVORATORI DISOCCUPATI ED ALLE VITTIME DI MAFIA PERCHE’ DEVE FINIRE……. TUTTO QUESTO BAILAMME ( STAVO PER SCRIVERE ALTRO …) DI FIGLI DI…….BUONA DONNA ( METTIAMOLA COSI ‘)

 

Cristian Veg Iannuzzi

27 settembre

questo è un emendamento – a prime firme Sarti, Di Maio – respinto pochi minuti fa in aula alla Camera, alla proposta di legge che modifica il codice antimafia. in sistesi la proposta è che i beni confiscati alla malavita possano essere assegnati (in locazione) ai dipendenti della polizia di Stato, polizia penitenziaria e vigili del fuoco.
a voi le aventuali considerazioni.

11 Franca Decandia

Commenti

Franca Decandia Chiedo scusa se mi intrometto, lo faccio non da membro di associazione antimafia e.antiracket ma.da vittima di estorsione. Questa legge voluta da Associazioni.legate da sempre a una sinistra, quella delle coop rosse per interderci , non a caso porta il nome di un uomo di Libera, Mattiello, questa legge porterà i.beni.dove sempre sono andati, da chi ha.il monopolio dell’antimafia, parolaia, ma fa niente, andranno a Libera, e associati, a coloro che a detta della stessa Giudice Silvana Saguto, ora a processo, dicevano a lei a chi dovevano andare e chi doveva essere il custode dei beni. Detto questo i beni.dovrebbero andare alle vittime.denuncianti, coloro che a rischio della loro incolumità e quella della loro famiglia hanno denunciato i criminali ma perso tutto, casa e azienda, poi tutte le aziende vanno date a chi ha perso il lavoro, e e chi non.è ancora riuscito a cominciare a.lavorare, ai lavoratori che gia’ lavoravano innocentemente in.aziende confiscate, i.beni immobili, abitazioni civili vanno.dati a coloro che hanno.perso casa, a pensionati che un.affitto non.possono permetterselo , magari con neanche 500 euro di pensione al mese, le associazioni serie che da anni.combattono la criminalità dovrebbero essere.coinvolte dalle Istituzioni per decidere insieme.cone.sia meglio impiegare questi beni, non accaparrarseli per trarne profitto per l’associazione, no, devono aiutare a dare case e lavoro, sono.migliaia di beni, non.può essere che una masseria confiscata venga data a un’associazione e questa la affitti a un cuoco di grido, no non può e non deve funzionare così,.come non può essere che una vittima a cui.la mafia ha portato via casa e azienda, denunci, e finito il processo penale con pesanti condanne, al civile si.trovi di fronte a nullatenenti, in quanto tutto è stato loro confiscato, e in quel tutto vi, sono i beni della vittima, che non potrà mai riaverli. Basta i beni a cosidetti eroi, eroi erano sacerdoti veri come Don Diana, Don Puglisi, morti davvero per la Legalità, eroina usata Lea Garofalo, a cui è stato fatto un finto funerale a Milano per vendere magliette e bandiere, a cui è stata dedicata una fiction fasulla, non.voluta dai famigliari, i Sacerdoti dovrebbero amare le vittime vive, invece qualcuno ama solo quelle morte, o meglio le usa, rendono di.più, basta.con le finzioni, finte cooperative, finti aiuti finto tutto,.ora si è fatto cartello proprio in forza di questa legge, CGL, CISL, UIL,.LEGAMBIENTE, AVVISO PUBBLICO, ARCI, ma a voi risulta che queste sigle abbiano mai e dico mai combattuto la criminalità mafiosa, non mi pare, sarebbero migliaia di posti di lavoro, migliaia di famiglie con un tetto sulla testa, rifugi.per donne e bambini maltrattati, caserme? Non lo so, mancassero in avamposti con.criminalita lo capirei ma perché caserme? Prima le.vittime,.poi i cittadini senza casa e.lavoro,.senza contare che vi sono beni confiscati anche in Regioni colpite dal terremoto, è inutile dire a chi dovrebbero andare, ma sono discorsi inutili, tutto sarà come prima, peggio di prima, visto con quanto clamore è stata assegnata da Zingaretti la villa faraonica dei Casamonica a don Ciotti,? Che ci ha fatto? La sua residenza romana? È inutile illudermi che possa cambiare, avrò tante critiche, lui è forte, nediatico, ha un seguito di adepti, tra politici, giornalisti, gente comune, e vittime, che sanno benissimo lui non ama, le vittime per lui sono potenzialmente persone psicologicamente labili, e allora via, a Ostia al raduno dei giornalisti per la Legalità, via a vedere i beni che a breve sa verranno confiscati e quindi suoi,possiamo parlare fino a domani,.ma fino.a quando tutti faranno finta che tutto va bene, il monopolio, le lobby associazionistiche finte.antimafia, avranno beni, milioni di euro di Pon Sicurezza, si ogni tanto qualcuno va in galera, in maniera soft però,.la mafia, la criminalità il dramma di molti, il.BUSINESS di finti buoni, mi scuso Elvio, credo sia una sterile polemica tra.noi, se caserme o case, niente di tutto questo, arriverà Libera & company e farà piazza pulita, mi.scuso di aver usato la tua pagina, mi assumo.la responsabilità di quanto scritto, sono abituata a fare nomi e cognomi, chiedo scusa per gli errori,.ma ho la febbre alta, perdonatemi, non potevo esimermi dall’intervenire, grazie e scusate.

 

 

 

 

Elvio Di Cesare Franca,tu hai un patrimonio di idee,di conoscenze,di esperienza e di saggezza superiore a chiunque altro nel Paese ed hai diritto a parlare più di tutti noi..Inoltre sei la vittima fra le più eccellenti di un sistema massonico-mafioso che sta uccidendo l’Italia..Hai pagato prezzi altissimi e,purttuttavia,continui a combattere dopo aver creato l’ANVU che é fra le più serie Associazioni della vittime di mafia.Io adoro le persone come te e mi inchino davanti ad esse e,quindi,davanti a te e sono onorato dei tuoi interventi che illuminano sempre il nostro cammino e quello degli altri che fanno il lavoro che facciamo noi.Il tema che hanno posto i parlamentari del M5S è dei più importanti e vitali per la vita del Paese ed io credo che su di esso ed intorno ad esso si debba sviluppare un confronto che coinvolga te,me e tutto il restante mondo dell’antimafia e dell’antiracket e tutte le persone oneste che sostengono la necessità di tenersi fuori in maniera rigorosa da tutto ciò che non sia in linea con i nostri principi ed i nostrii obiettivi che sono la lotta al crimine ed ai criminali.Ti assicuro che io sto soffrendo non dico quanto te,che hai le ferite in prima persona e sul tuo corpo e sulla tua anima da questi criminali,ma appena dopo te.Irrompi quanto e quando vuoi nel dibattito che dobbiamo avviare insieme nel Paese.Sei sempre la benvenuuta ed io ne sono onorato.Io di questo problema ho già accennato ad alcuni parlamentari del M5S e ho ricevuto un consenso di massima.Appena ti sarai ristabilita riprenderemo il discorso insieme perché questo dovrà essere un problema fra i principali fra quelli da affrontare e risoilvere con la nuova legislatura,La nostra,cara Franca,é una battaglia per la legalità,quella legalità per la quale tu hai dato tre quarti di vita.Grazie,Franca,mi commuovi e ti voglio bene.Facciamo in modo di dare la parola a tutte le vittime di mafia e facciamo in modo che ognuno possa dire,tramite te,io,l’ANVU e l’Associazione Caponnetto,il proprio pensiero  e rendere note le nostre grandi sofferenze.

Archivi