.Appalti pilotati nel Casertano indagati anche i sindaci

Il Mattino, Mercoledì 21 Dicembre 2016

Appalti pilotati nel Casertano indagati anche i sindaci

Appalti pubblici pilotati e affidati ad imprenditori amici per svariati milioni di euro: è il punto centrale della nuova inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) che ha ordinato alla GdF di eseguire 14 decreti di perquisizione negli uffici dei comuni di Santa Maria a Vico e Valle di Maddaloni e nelle abitazioni di amministratori pubblici e imprenditori. Nove in totale gli indagati per reati che vanno dalla turbativa d’asta all’abuso d’ufficio; tra i personaggi coinvolti il sindaco di Valle di Maddaloni Giovanni Pascarella, quello di Santa Maria a Vico Andrea Pirozzi e il suo vice Pasquale Crisci.

Le indagini si sono concentrate sugli appalti per un importo complessivo di circa 5 milioni di euro, affidati negli ultimi di tre anni agli stessi imprenditori dall’Unione dei Comuni dell’Est Casertano, di cui fanno parte, oltre ai due enti locali coinvolti, anche i Comuni di Maddaloni, Cervino, Arienzo e San Felice a Cancello, che non sono al momento stati toccati dall’inchiesta. Sotto la lente di ingrandimento sono finiti tre grossi appalti, tra cui quelli per i servizi sociali e il palazzetto dello sport da realizzare a Santa Maria a Vico, e numerosi affidamenti di lavori dati o prorogati in violazione della legge. Le indagini non hanno ancora accertato in che modo gli imprenditori beneficiati dagli appalti contraccambiassero gli am

Archivi