APPALTI MADE IN ZAGARIA A CASTEL VOLTURNO E A SAN FELICE. TUTTI I NOMI E LE FOTO: ecco chi va in carcere, chi ai domiciliari e chi fuori regione

APPALTI MADE IN ZAGARIA A CASTEL VOLTURNO E A SAN FELICE. TUTTI I NOMI E LE FOTO: ecco chi va in carcere, chi ai domiciliari e chi fuori regione

APPALTI MADE IN ZAGARIA A CASTEL VOLTURNO E A SAN FELICE. TUTTI I NOMI E LE FOTO: ecco chi va in carcere, chi ai domiciliari e chi fuori regione
Ecco le accuse della Dda. In calce il comunicato della DDA

I termini fondamentali sono riassunti nel comunicato stampa della DDA che pubblichiamo qua sotto nella sua versione integrale. Cogliamo l’occasione per ribadire i nomi che nei vari nostri servizi pubblicati, stamattina, abbiamo già scritto in ordine sparso.

Custodia cautelare in carcere per Pasquale De Lucia, 53 anni, ex sindaco di San Felice a Cancello, ex consigliere regionale, ex presidente del consiglio provinciale e da poco ex vice presidente della Provincia durante la gestione di Angelo Di CostanzoRita Di Giunta 40 anni, ex consigliera comunale di Castel Volturno e da poco ex presidente ed Ad di “Terra di Lavoro spa” società in house dell’Amministrazione provinciale di Caserta; Antonio Zagaria, 54 anni di Casapesenna, fratello del boss Michele Zagaria. Dei 6 provvedimenti di custodia cautelare in carcere 3 sono stati notificati in cella: a Pasquale De Lucia arrestato qualche mese fa per ordine del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per la presunta tangentopoli san feliciana e detenuto nel carcere di Santa Maria Capua Vetere – San Tammaro e, l’altro, ad Antonio Zagaria già detenuto nel carcere di Terni. Stessa procedura per Felice Auriemma, 65 anni, anche esso arrestato a suo tempo nell’ambito della citata indagine.

La Di Giunta da circa un mese, era, invece, completamente libera, dopo che il Gip Caparco aveva revocato anche l’ultimo titolo cautelare residuo, cioè l’obbligo di dimora a Castel Volturno, frutto sempre della citata ordinanza sulla tangentopoli san feliciana.

Dunque, Rita Di Giunta è stata arrestata all’alba e condotta in carcere. Manette all’alba anche per Clemente Biondillo, 41 anni e per Oreste Fabio Luongo, di San Felice a Cancello, di 38 anni.

Arresti domiciliari per il segretario comunale di San Felice a Cancello, Alfredo Pane 61 anni, per Francesco Di Giunta, 45 anni, di Castel Volturno, fratello maggiore di Rita Di Giunta e imprenditore edile e per Costantino Capaldo 54 anni.

Divieto di dimora nella regione Campania per Alfonso Di Giunta, 71 anni, imprenditore di Castel Volturno padre di Rita e Francesco Di Giunta.

 

dda

 

http://www.casertace.net/wp-content/uploads/2017/01/dda2.jpg

PUBBLICATO IL: 18 gennaio 2017 ALLE ORE 11:03 

fonte:www.casertace.net


 
Archivi