Antimafia, le mire concentrate sempre sul Mof e sull’economia turistica, LA PROVINCIA DI LATINA SEMPRE PIU’ NELLA MORSA DELLE MAFIE,IL MINISTRO MINNITI SE NE DISINTERESSA E LA GENTE DORME.E’  ALLARME ROSSO

Antimafia, le mire concentrate sempre sul Mof e sull’economia turistica

Tra Formia e Sperlonga investiva il re delle ecomafie, l’avvocato Cipriano Chianese, ritenuto dalla dda di Napoli la mente dei grandi traffici di rifiuti

22 Febbraio 2018

Presenza consolidata dei casalesi nel sud pontino, interesse di diversi gruppi criminali sul Mof, specie in relazione al trasporto su gomma, e un interesse crescente della malavita campana sulle attività balneari e di ristorazione. Questo dice il rapporto della Commissione parlamentare antimafia sulla provincia di Latina. Il dossier è stato presentato mercoledì pomeriggio in Senato dalla Presidente della Commissione bicamerale Rosy Bindi. “Il sud pontino appare sempre più come l’avamposto di una sorta di grande camera di compensazione dei sistemi criminali. Tra Formia e Sperlonga investiva il re delle ecomafie, l’avvocato Cipriano Chianese, ritenuto dalla dda di Napoli la mente dei grandi traffici di rifiuti del cartello dei casalesi. Ingenti somme di denao sono state sequestrate in pochi anni a pericolosi clan di camorra, come i Mallardo”. questo uno dei passaggi chiave della relazione sulle mafie pontine. In riferimento al capoluogo si cita la presenza del clan Ciarelli-Di Silvio, “imparentati con la potente famiglia dei Casamonica” e il caso del Latina calcio

fonte:http://www.latinaoggi.eu/

Archivi