Ancora arresti per usura a Latina, malgrado un fitto clima di omertà

Ancora arresti per usura in provincia di Latina
FONTE IL GIORNALE.IT 26 MAGGIO 2010
LATINA, TASSI USURA FINO AL 300 PER CENTO ANNUI: DUE ARRESTI
La polizia ha arrestato con le accuse di usura e tentata estorsione F.C., 47 anni, e P.C., suo coetaneo, con l’accusa di aver vessato un cittadino dopo un prestito arrivando a chiedere tassi annui altissimi. “Le indagini – ha spiegato la questura in una conferenza stampa – si sono avvalse della collaborazione di una vittima che, costretta a pagare tassi di interesse pari ad oltre il 300% annui, ha deciso, sulla base di precisi riscontri acquisiti durante le indagini, di indicare agli investigatori le modalità e le somme dei prestiti usurari. Nel corso delle investigazioni sono stati svolti altresì servizi di appostamento e video riprese che hanno consentito di filmare alcuni incontri degli indagati con la vittima, rendendo più chiaro il quadro accusatorio. Gli arrestati, noti pregiudicati di questo capoluogo, negli ultimi mesi sono stati coinvolti direttamente o indirettamente in episodi di sangue”. C. fu ferito a colpi di pistola in via Petrarca l’undici gennaio 2010 alla vigilia della guerra criminale sfociata con due omicidi, mentre F.C. è il fratello della vittima di un agguato avvenuto il 25 gennaio scorso a Latina nel quale rimase gravemente ferito.
Archivi