Anche se la nomina di Valeria Grasso può far ingelosire qualcuno ed indurlo a domandare “perché lei sì ed io debbo morire,invece,di fame pur essendo ,come lei,anch’io Testimone di Giustizia?”

bisogna guardare l’aspetto positivo della vicenda.Valeria,intanto,ha denunciato e fatto arrestare i mafiosi e,pertanto,va apprezzata ed additata come esempio a tutta quella massa di vigliacchi che ci circondano.E,poi,va considerato che il comportamento di Crocetta va inteso come un vero e proprio schiaffone a tutti quei governatori,anche di centrosinistra,presidenti di province,sindaci,ministri,viceministri,sottosegretari ecc. che trattano Testimoni di Giustizia e Collaboratori come degli appestati,rompiscatole,pesi e quant’altro del genere.Noi vogliamo vederla così

Valeria Grasso ultimo simbolo
dell’antimafia di Crocetta
Guiderà l’orchestra sinfonica

Già pronta la lettera d’incarico per la testimone di giustizia palermitana, che era stata esclusa dalla candidatura nella lista Tsipras per le Europee: sarà sovrintendente della Foss.

di EMANUELE LAURIA

Valeria Grasso ultimo simbolo dell'antimafia di Crocetta Guiderà l'orchestra sinfonicaValeria Grasso durante una protesta davanti al Viminale Esclusa dalla lista Tsipras, rilanciata dal presidente della Regione. Manca qualche passaggio burocratico, poi l’ultimo simbolo dell’antimafia salirà a bordo della Regione targata Crocetta: Valeria Grasso, l’imprenditrice palermitana che ha denunciato i suoi estorsori, andrà a guidare, con il ruolo di sovrintendente, al Foss, la fondazione che gestisce l’Orchestra sinfonica siciliana. La lettera d’incarico di Gianni Silvia, capo di gabinetto del presidente della Regione e commissario della Foss, è già pronta, la disponibilità dell’interessata pure. Da superare alcuni passaggi formali legati allo status di testimone di giudizia della Grasso.

Un incarico che ripaga la Grasso di qualche recente amarezza. L’imprenditrice, proprietaria di una palestra che fu costretta a chiudere per le pressioni del racket, era stata candidata in un primo momento dalla lista Tsipras per le Europee, ma esclusa quando sul web è spuntato un video che ritraeva la Grasso impegnata in un appassionato intervento durante una manifestazione di Fratelli d’Italia.

Ora Crocetta offre una nuova chance alla pasionaria, che vive sotto tutela. Silvia afferma che l’ex imprenditrice del fitness, pur non possedendo esperienza specifica nel settore, «ha acquisito competenza manageriale e può svolgere benissimo l’incarico di sovrintendente della Fondazione Orchestra sinfonica».

Lei si dice «onorata dalla proposta » perché «il Politeama è anzitutto un simbolo» e non parla di rivincite. «L’esperienza dell’esclusione dalla lista Tzipras — dice la Grasso — non la considero un incidente: anzi, mi ha dato ancora più forza. Al di là delle ideologie,

so di poter dimostrare che chi denuncia il racket non è una persona finita, è in grado di assumere incarichi importanti. Il mio messaggio è trasversale. E con questo spirito, se sarà possibile, vorrei affrontare l’incarico alla Foss. Vedremo…»

Archivi