Alleanza fra ‘ndrangheta e casalesi nel traffico della droga che avveniva tramite il porto di Livorno. Solo questo???

Nuove rivelazioni delle connessioni tra casalesi e ndrangheta sull droga: brillante operazione della Guardia di Finanza. Ma quali sono i porti italiani coinvolti: è solo Livorno? Qualche sospetto ci viene in mente…
fonte crimeblog 22 giugno 2010
Ndrangheta e  Camorra uniti per l’acquisto della cocaina? Stando ai risultati dell’operazione Tamacò, sembra di sì.Questa mattina la Guardia di Finanza ha arrestato 16 narcotrafficanti, membri di una banda che si occupava di far entrare in Italia droga proveniente da Venezuela e Colombia, passando spesso per l’Africa e il Nord Europa.

I narcos, stando a quanto si è appreso, erano collegati alla famiglia di ‘ndrangheta dei Barbaro di Platì, attivi a Reggio Calabria e con quella dei Latorre di Mondragone, attivi a Caserta e collegati al clan dei Casalesi. E’ l’Ansa a fornire maggiori dettagli al riguardo:
Lo snodo principale del traffico era il porto olandese di Amsterdam, ma la cocaina arrivava in qualsiasi porto, italiano od europeo, ritenuto idoneo dai trafficanti. La droga veniva poi smerciata dall’organizzazione gestita dalle due famiglie italiane. […] Nel corso dell’inchiesta, i finanzieri hanno sequestrato 700 chili di cocaina giunti nel porto di Livorno in un container con pelli essiccate. Durante le indagini, i finanzieri si sono serviti anche di uno strumento informatico denominato “molecola” ideato dallo Scico della guardia di finanza di concerto con la Direzione nazionale antimafia e che serve a monitorare i flussi finanziari per verificare eventuali anomalie. E’ anche grazie a questo strumento che sono stati sequestrati beni per un’ottantina di milioni di euro.

Archivi