Allarme in Ciociaria per il rinvenimento di radioattività nei rifiuti. Necessità di un’indagine rigorosa

Anomalo rinvenimento di radioattività nei rifiuti della Ciociaria: si indaghi con celerità per sgomberare ogni timore che si può diffondere nella popolazione!

FROSINONE, MATERIALE RADIOATTIVO TRA RIFIUTI: CONVOCATA RIUNIONE
Convocata d’urgenza, domani in provincia a Frosinone, una riunione di tutti gli enti, regionali e provinciali, preposti alla sicurezza ambientale e coinvolti nella filiera della raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La radioattività riscontrata questa mattina nei due camion auto compattatori che andavano a scaricare nell’impianto di Colfelice immondizie raccolte nei cassonetti di Frosinone e Alatri è suonato come un campanello d’allarme. I rilevatori di radioattività all’ingresso dello stabilimento di riciclaggio dei rifiuti hanno segnalato un valore che, seppur tenue, preoccupava. Per questo, nella tarda mattinata, scortati dai vigili del fuoco di Frosinone, i due mezzi sono tornati nelle stazioni di trasferenza delle ditte che gestiscono la raccolta dei rifiuti e lì rimarranno fino a quando non si stabilirà chi e come si deve intervenire in casi di questo genere. Un campanello d’allarme per capire che su situazioni simili non ci sono protocolli che stabiliscano le modalità di intervento. Per questo, domani mattina, all’amministrazione provinciale di Frosinone è stata convocata una riunione provinciale tra la stessa provincia, la Asl, l’Arpa, la Regione Lazio, i vigili del fuoco, la Saf (l’azienda che gestisce l’impianto di riciclaggio di Colfelice) e la Eall (azienda che gestisce il termo combustore di San Vittore terminale finale della catena provinciale dei rifiuti). Le parti dovranno concordare un protocollo di intervento stabilendo anche le professionalità che dovranno intervenire quando capitano casi di questo genere. “Si devono studiare le mosse da mettere in campo quando, come è accaduto oggi, tra le immondizie vengono rilevati materiali radioattivi”. A parlare è Maurizio Liberati comandante provinciale dei vigili del fuoco di Frosinone. “I vigili del fuoco sono preparati ad intervenire nelle situazioni di emergenza ma per circostanze come queste bisogna individuare le giuste professionalità. Inoltre bisogna anche studiare le strategie necessarie affinché rifiuti radioattivi o comunque pericolosi non finiscano in cassonetti delle immondizie”

(Tratto da Repubblica)

Archivi