Al Ministero degli Interni hanno preso letteralmente in giro i Testimoni di Giustizia. Si vergognino!

Tutto secondo le nostre previsioni. Siamo troppo vecchi e veniamo da lontano, da una lunghissima militanza politica, fatta peraltro negli ambienti romani ed a certi livelli, per non essere capaci di prevedere che tutto si sarebbe risolto in una colossale presa in giro. Eravamo alla vigilia delle elezioni e sappiamo benissimo come è solita agire questa classe dirigente politica ed amministrativa che governa il Paese. Avevamo intuito, pertanto, che si trattasse di uno spot elettoralistico per spingere la gente a votare PD. Il problema è che in questo caso si sta giocando sulla pelle dei Testimoni di Giustizia, una categoria di persone che hanno messo in gioco la vita propria e quella dei propri cari per servire questo stato. Abbiamo voluto che ci stessero presenti al colloquio con i componenti della Segreteria particolare del Vice Ministro Bubbico, del PD appunto, alcuni parlamentari del M5S perché volevamo che questi si rendessero conto, giovani ed inesperti quali sono, di quale grado di bassezza morale fosse impastata la nostra vita politica attuale.
Ci dispiace per i Testimoni di Giustizia e per i loro cari e vogliamo rassicurarli circa il nostro proposito di non abbandonarli.
Prepariamoci per una grossa manifestazione di protesta a Roma.

Archivi