Acireale, arrestati il sindaco Barbagallo ed altri sette in indagine per corruzione e appalti truccati.ANCORA UN ALTRO

La Repubblica, 22 Febbraio 2018

Acireale, arrestati il sindaco Barbagallo ed altri sette in indagine per corruzione e appalti truccati

All’alba l’operazione della Guardia di finanza disposta dalla procura distrettuale antimafia di Catania. Il primo cittadino era stato eletto nel 2014 a capo di una lista civica sostenuta dal centrosinistra

di NATALE BRUNO

C’è anche il sindaco di Acireale, Roberto Barbagallo, tra le otto persone arrestate (5 in carcere e tre ai domiciliari) nell’operazione anticorruzione condotta della guardia di finanza di Catania. I finanzieri sono entrati in azione stamattina all’alba su ordine della procura distrettuale antimafia di Catania. L’indagine riguarda diversi episodi di possibile corruzione e turbativa d’asta in appalti pubblici nei Comuni di Acireale e Malvagna (Messina). I particolari dell’operazione saranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10 odierne alla Procura della Repubblica di Catania, alla presenza del procuratore, Carmelo Zuccaro.

Roberto Barbagallo, 43 anni, ingegnere, era stato eletto alle amministrative del maggio 2014 come candidato sindaco espresso dal movimento civico “CambiAmo Acireale”. Ed era sostenuto anche dalle liste “Democratici per Acireale”, “Popolari per Acireale” e “Acireale Futura”. Nel 2009 era risultato il primo degli eletti al consiglio comunale di Acireale. Politicamente è considerato vicino al deputato regionale Nicola D’Agostino.

 

Archivi