Accendiamo i riflettori su Itri.

                                                       Alla Direzione investigativa Antimafia

                                                                                                             ROMA        

 

                                                       Al Sig. Questore  della Provincia di

                                                                                                          LATINA           

                                               

                                                   Al Comando Gruppo CC. di          

                                                                                                          LATINA

 

                                                      Al   Comando Provinciale della GdF di

                                                                                                            LATINA

 

                                                                       

 

Oggetto:  Comune di Itri: Richiesta di  acquisizione elenchi  concessioni edilizie – nuove residenze ed attività commerciali – turistiche periodo 1990 – 2011 – Contrasto infiltrazioni malavitose nel Basso Lazio ed in particolare nel territorio itrano.-

 

I sottoscritti Elvio DI  Cesare e De Luca Romano ,nelle vesti rispettivamente di Segretario  e di membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Antimafia  A.Caponnetto,

rilevato che anche il territorio del Comune di Itri non risulta immune da sequestri preventivi operati ultimamente in continue ed articolate operazioni anticamorra,

che negli ultimi venti anni questo territorio è stato interessato da un’anomala speculazione edilizia soprattutto nelle zone agricole, anche con presunte  penetrazioni di soggetti  estranei al tessuto socio imprenditoriale locale con indiscutibile disponibilità finanziarie;

Che già nel lontano 2000, consapevoli dei segnali preoccupanti della situazione del Basso Lazio esposta alle infiltrazioni di organizzazioni affaristico– malavitose provenienti dalla vicina Campania interessate a partecipazioni economiche e speculazioni nel settore edile e turistico – commerciale, interessammo  un parlamentare  membro della Commissione Antimafia che presentò in data 18.07.2000 un’ articolata interrogazione al Ministro dell’Interno e dell’Ambiente.

Che certamente infelice fu la risposta del Ministro dell’Interno, Testuale: “Si sottolinea infine che nello svolgimento delle attività di istituto le Forze dell’Ordine non hanno finora riscontrato infiltrazioni di soggetti riferibili ad Organizzazioni affaristico – malavitose provenienti dalla vicina Campania ne alla Criminalità Organizzata” per il Ministro – Lavagnini.

Ritenuto che  urge intervenire  per salvaguardare questo territorio ed il mondo imprenditoriale locale :

CHIEDONO

che vengano acquisiti gli elenchi:

A)    Delle Concessioni Edilizie complete di titolo di proprietà e generalità della ditta costruttrice riferite al periodo 1990 – 2011;

B)    Delle nuove Residenze richieste al Comune complete della Relazione redatta dai Vigili Urbani sempre relative al medesimo periodo;

C)    Elenco delle attività turistico – commerciali di proprietà di persone estranee al tessuto socio imprenditoriale locale:

Per  opportuna conoscenza  si precisa che all’epoca la minoranza  consiliare itrana  richiese con istanza del 06/09/2000 al Sindaco di Itri la convocazione del C.C. con all’o.d.g. un solo punto: discussione sull’interrogazione del Sen. Russo Spena.

Nulla,però accadde,eccetto il forte risentimento del Sindaco  dell’epoca  che si risentì molto della ribalta nazionale guadagnata  dall’Amministrazione Comunale di Itri   per quella interrogazione

 

 

 

Archivi