ABUSIVISMO A VENTOTENE, SEQUESTRATO UN LOCALE SCAVATO NELLA ROCCIA. QUALCOSA SI COMINCIA A VEDERE, MA SIAMO SOLO ALL’INIZIO

Giovedì 10 Dicembre 2009 – La Guardia di Finanza ha proceduto al sequestro di un locale scavato nella roccia a Ventotene, realizzato ex novo in violazione di tutte le norme sull’edilizia, in assenza dei prescritti titoli autorizzativi e senza il rispetto dei severi vincoli dettati dal decreto della riserva naturale. “L’attività investigativa – spiegano i finanzieri – esperita dopo sopralluoghi e accertamenti presso l’ufficio tecnico del Comune ha consentito di individuare l’immobile in cui si stavano effettuando i lavori di scavo e costruzione. Dal piano inferiore, accedendo da una stanza preesistente, i militari si sono trovati davanti ad una vera e propria grotta interrata scavata nel terreno argilloso e tufaceo con relativi muri di contenimento e solaio di copertura, di una superficie pari all’appartamento sovrastante. L’intervento dei finanzieri, con la collaborazione per i rilievi di carattere urbanistico-edilizio di personale tecnico del Comune di Ventotene, si è concluso con il sequestro preventivo dell’intera area interessata dai lavori. L’area è stata sigillata e posta a disposizione della Procura di Latina al fine di prevenire eventuali pericoli derivanti dalle modifiche statiche apportate all’intero fabbricato dai lavori eseguiti”.

(Tratto da Latina24ore)

Archivi