a Ventotene news e da Latina Oggi” Rifiuti ed appalti a Ventotene: a Ventotene indagati l’ex Sindaco Biondo ed il responsabile dell’Ufficio Tecnico Pasquale Romano”.

Rifiuti e appalti: a Ventotene indagati l’ex sindaco Vito Biondo e il
responsabile dell’ufficio tecnico Pasquale Romano

Posted on 6 febbraio 2013 by administrator

Dieci anni di imprenditoria all’ombra della politica che hanno portato alla
Cic, poi mutata in Ego Eco, appalti ed affidamenti importanti nel mondo dorato
dei rifiuti. Disinvolto frequentatore dei salotti bene della provincia,
Vittorio Ciummo dava del tu ai protagonisti della politica pontina, dai quali
era quanto meno benvoluto. Imprenditore smaliziato, sapeva sempre a quale porta
bussare se c’era una proroga da centinaia di migliaia di euro da spuntare: quel
che si direbbe uno specialista degli affidamenti d’urgenza. E’ su questo
rapporto privilegiato con gli ambienti del centrodestra pontino che la procura
e la Guardia di Finanza indagano da mesi spulciando verbali di gara e
determinazioni dirigenziali per fare luce su quello che può ben dirsi il
sistema Ciummo. Basta scorrere la lista degli indagati per intuire che c’erano
due livelli: quello della politica «amica» e, un gradino più in basso, quello
di dirigenti e funzionari che dalla politica dipendono e, stando alle
conclusioni della procura, da questa ricevevano indicazioni. In quest’ottica,
per dirne una, il sostituto titolare dell’inchiesta Giuseppe Miliano, ha
inquadrato il contestato annullamento di una gara a Fondi, all’inizio del
decennio scorso, in cui la Cic rischiava di risultare soccombente. Per cui,
insieme a Ciummo e agli ex sindaci Luigi Parisella di Fondi, Giuseppe Schiboni
di San Felice Circeo, Rosario Pompero Porzio di Ponza e Vito Biondo di
Ventotene sono indagati 9 tra dirigenti e funzionari pubblici: i tecnici di San
Felice Circeo Pellegrino D’Argenio, Luciano Landolfi e Domenico Matacchioni; i
dirigenti del Comune di Fondi Martino Di Marco, Vincenzo Ialongo, Mauro
Fortunato e Giuseppe Petrillo, con gli ultimi due in posizione defilata;
Giuseppe Peola di Ponza e Pasquale Romano di Ventotene. Un «sistema» per
trasformare i rifiuti in moneta sonante.

Fonte: Latina Oggi

Archivi