A Terracina, oltreché a Gaeta, massiccia azione di riciclaggio di denaro della camorra?

Associazione Regionale del Lazio per la lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”
info@comitato-antimafia-lt.org
www.comitato-antimafia-lt.org

LETTERA APERTA AL CAPO DELLO STATO, AL MINISTRO DELL’INTERNO ED AL PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIA. ASSALTO FINALE DELLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA ALL’ECONOMIA DI GAETA E DI TERRACINA IN PROVINCIA DI LATINA

Si starebbe verificando a Gaeta, dove è imminente la vendita all’asta dello storico Hotel “Mirasole”, mentre si sarebbe già verificato a Terracina, sempre in provincia di Latina, dove un albergo sarebbe già stato venduto, insieme ad alcuni campeggi e ad altre attività economiche.

Sul territorio di quest’ultima città è da tempo che stiamo lanciando l’allarme richiamando l’attenzione su molte residenze anagrafiche, concessioni edilizie e licenze rilasciate a soggetti e ditte che provengono dalla Campania in particolare, ma anche ad individui stranieri.

Una parte significativa del comparto commerciale sarebbe già stata acquisita da individui estranei al tessuto sociale della città e della provincia di Latina, individui ai quali se ne starebbero per aggiungere degli altri interessati ad acquistare la parte finora rimasta nella mani degli operatori locali.

Sono molte le voci che ci sono pervenute in questi ultimi giorni a proposito di una massiccia azione di riciclaggio di denaro “sospetto” che sarebbe in corso nella città.

Invitiamo, pertanto, il Capo dello Stato Napolitano, il Ministro dell’Interno Maroni ed il Procuratore Nazionale Antimafia Grasso a disporre un’ampia ed approfondita indagine per verificare la fondatezza di tali voci e, in caso positivo, a mettere in atto tutti gli strumenti a disposizione per perseguire gli eventuali attori e bloccare un’avanzata apparsa finora incontrastata efficacemente.

LA SEGRETERIA

Archivi