A Roma giro di usura da diversi milioni, 4 arresti. Signor Prefetto, non ci sono mafie a Roma? Tutto sotto controllo?!

Tra le vittime c’è anche un grande autosalone della capitale. Gli strozzini imponevano tassi di interesse anche del 10% al mese

Operazione antiusura all’alba a Roma, svolta dalla polizia e dalla guardia di finanza e coordinata dalla procura della Repubblica della capitale: 4 gli arresti e 27 le perquisizioni in un’operazione che nasce da una precedente indagine antiusura e che ha consentito di risalire ad oltre 30 vittime degli strozzini e a un giro di affari che vale alcuni milioni di euro.

L’indagine della squadra mobile e delle militari delle fiamme gialle è nata dalla notizia che in via Tempesta, zona Casilina, alcune persone erano vittime di usura per centinaia di migliaia di euro. In assenza di denunce l’indagine ha preso il via dalla vicenda che ha visto coinvolti i titolari di un  importante autosalone, che sono risultati vittime di usura con un’esposizione debitoria che negli ultimi tempi era diventata insostenibile.

Nel corso dell’inchiesta sono stati scoperti decine di casi di usura con tassi che andavano dal 3 al 10% mensili. Le vittime venivano infatti spogliate di tutto, compresi gli orologi che avevano al polso.

Tra gli arrestati un architetto, due noti pregiudicati e un imprenditore. Le vittime, alla disperata ricerca di denaro, si erano rivolte a usurai diversi, rendendo sempre più insostenibile la loro situazione, ma consentendo agli investigatori di ricostruire e disarticolare tutto il giro di usurai.

(Tratto da Virgilio Notizie)

Archivi