A ripensarci……………….

GAETA ,QUANDO L’ATTUALE TENENZA DEI CARABINIERI ERA COMPAGNIA,HA VISTO COME SUO COMANDANTE  UN GRANDE INVESTIGATORE,IL CAPITANO SOTTILI ,OGGI GENERALE. EGLI  INDAGO’,FRA L’ALTRO ,  SUL TRAFFICO DI ARMI E DI SCORIE NUCLEARI E SULLA VICENDA DI ILARIA ALPI CHE VEDEVANO COINVOLTO  IL  SUO PORTO.

SOTTILI  DA GAETA FU TRASFERITO A TRIESTE E LA COMPAGNIA DEI CARABINIERI DA LUI COMANDATA E’ STATA POI DECLASSATA A TENENZA.

 

Il filone di indagine riguardante Mugne è stato esplorato anche dai Carabinieri di Vico Equense nell’ambito dell’inchiesta “cheque to cheque”. Il Luogotenente Vacchiano ha riferito al riguardo che, dopo avere acquisito le prime sommarie informazioni da Francesco Elmo, furono sviluppati gli accertamenti, che poi condussero al duplice omicidio Alpi-Hrovatin. Dalle precisazioni di Vacchiano emerge che egli acquisì informazioni dal giornalista Torrealta e dal Capitano Sottili. Con quest’ultimo ebbe modo di incontrarsi a Trieste (ove Sottili era stato trasferito da Gaeta) in occasione di accertamenti svolti a verifica delle dichiarazioni di Francesco Elmo per fatti di riciclaggio . Sottili gli riferì che in precedenza, quando comandava la compagnia di Gaeta , aveva avuto modo di occuparsi di un traffico di armi verso la Somalia a mezzo di navi della Shifco e, in qualche modo, anche dell’omicidio AlpiHrovatin, per cui, poi, aveva probabilmente svolto qualche indagine anche a Trieste.

Archivi