A quando l’inizio di una vera azione contro le mafie?

Qualcuno parla di una… funzione soporifera.
Noi non ce la sentiamo di arrivare a tanto, anche se qualche tentazione di volta in volta ci viene.
Manifestazioni, canti, balli, pizzate, viaggi, navi della legalità e chi più ne ha più ne metta.
Sembra essere ritornati all’epoca, secoli addietro, delle tre F:
feste, farina e forca.
Invocate ed applicate da taluni governanti.
Fate divertire la gente e questa dimenticherà i guai e starà buona.
Ma vogliamo cominciare a fare seriamente la lotta alle mafie???
Vogliamo cominciare ad elaborare un serio piano di azione contro le mafie???
Cominciando a potenziare la DIA e non tentando di sopprimerla come si sta facendo ancora.
Dislocando presidi delle DDA in tutte le aree sensibili.
Dando la caccia nelle Istituzioni a tutte le aree nere che le infestano.
Affrontando il problema della riorganizzazione e del ruolo delle Prefetture che debbono diventare più TRASPARENTI ed attente e attive sul versante della lotta alle mafie.
Insegnando al personale dei presidi locali delle forze dell’ordine a fare un’indagine di carattere economico, finanziario e patrimoniale (Le mafie sono IMPRESA, ECONOMIA cioè, E, QUINDI, NON SI PUO’ CONTINUARE A PERSEGUIRLE CON UN’OTTICA E METODOLOGIE DA ORDINE PUBBLICO! , COME SE FOSSERO UN’ORGANIZZAZIONE DI SEMPLICI DELINQUENTI COMUNI QUANDO ORMAI IN ESSE CI SONO ALTI ESPONENTI POLITICI, DI GOVERNO, DELLE GRANDE FINANZA, DELL’ECONOMIA, DIRETTORI GENERALI E QUANTI ALTRI).
Facendo funzionare anche le Procure ordinarie in materia di reati di natura associativa di stampo mafioso.
Questi e tanti altri sono i problemi reali che bisogna affrontare e risolvere ed anche con una certa urgenza se si vuole cominciare a fare seriamente la lotta alle mafie.
Tutto il resto è chiacchiera, parata, fumo, magari per mettersi a posto la coscienza e dire che qualcosa la si è fatta.
E tanta perdita di tempo e consumo di soldi, soldi dei cittadini!!!

Archivi