A proposito del caso del capitano Sassa Francesco

Latina, 18 Aprile 2005

AL COMANDO GENERALE ARMA CARABINIERI – ROMA

“A PROPOSITO DEL CASO DEL CAPITANO SESSA FRANCESCO”

In casi del genere la prudenza è d’obbligo in quanto è sempre necessario attendere l’esito delle indagini da parte della Magistratura.

Ma quando le notizie diventano di dominio pubblico, c’è un aspetto che non va sottovalutato: l’esigenza di salvaguardare l’immagine delle istituzioni e di non far crollare la fiducia dei cittadini in queste.

Il “caso Pozzuoli” ha avuto ampia eco nell’opinione pubblica pontina, già scossa per una forte presenza mafiosa su questo territorio, sia per la vicinanza geografica di quella città alla provincia di Latina, sia soprattutto, per il fatto che uno dei soggetti coinvolti nelle indagini della DDA è originario di Gaeta ed è, peraltro, familiare di un ex comandante della Stazione CC di Gaeta.

Se i sospetti dovessero risultare fondati, non sarebbe opportuno verificare se in passato ci siano state o meno interferenze che abbiano interessato il territorio di Gaeta?

LA SEGRETERIA

Archivi