A proposito dei sequestri effettuati dalla DIA a Fondi

A PROPOSITO DEI SEQUESTRI EFFETTUATI A FONDI DALLA DIA: PROBABILMENTE C’E’ DELL’ALTRO SULLA CUI PROVENIENZA C’E’ DA FARE APPROFONDITE RICERCHE

Grazie a Dio c’è la Magistratura che ancora funziona.

I sequestri di beni di dubbia provenienza effettuati oggi dalla DIA a Fondi, in provincia di Latina, non rappresentano, probabilmente, che la punta dell’iceberg dell’immenso patrimonio di capitali di origine sospetta investiti su un territorio che si estende da Fondi a nord verso Terracina ed a sud verso Sperlonga da soggetti eventualmente collegati ai clan ed alle ‘ndrine.

Sarebbe quanto meno opportuno, pertanto, che la stesso Centro operativo della DIA di Roma avvii le necessarie verifiche per individuare la liceità o meno di altri cospicui investimenti su tutta l’area.

Archivi