A giudizio alcuni Dirigenti della ASL di Latina

Latina, 8 Aprile 2005

On. Piero Marrazzo
Presidente Giunta Regione Lazio
ROMA

Caro Presidente,

è sempre più forte l’esigenza di fare chiarezza nel campo della sanità pontina. E’ da tempo che la Magistratura contabile ha sottoposto a giudizio alcuni Dirigenti della ASL di Latina per una questione di appalti nelle strutture sanitarie locali. Oltre a ciò, ci sono altri fatti che non possono non preoccupare chi, come noi, ha il compito di fungere da sentinella sul territorio per non fare ulteriormente espandere l’area dell’illegalità.

Ne citiamo solo alcuni:

  1. il tentativo, sempre più manifesto, di taluni privati di farsi rilasciare, investendo immensi capitali sulla cui “provenienza” è indispensabile far luce, concessioni ed autorizzazioni varie per la realizzazione di strutture socio-sanitarie;
  2. la cronicizzazione delle cosiddette liste di attesa (al riguardo bisognerebbe verificare se in una situazione del genere c’è qualcuno che se ne avvantaggia…);
  3. gli incarichi professionali a personale esterno alla ASL;
  4. una gestione del personale tutta da “rivisitare” e correggere;
  5. una programmazione sanitaria che non tiene affatto conto delle esigenze del territorio e che punta tutto sull’ospedalizzazione dei servizi;
  6. un processo preoccupante di privatizzazione di servizi e proprietà;
  7. una insufficiente dotazione di strumenti e materiali di servizio.

E’ necessario, a questo punto, un esame generale della situazione da far fare, ad evitare possibili giudizi interessati, ad Istituti altamente qualificati.

Nel frattempo, sarebbe utile sospendere ogni eventuale procedura in corso per il rilascio di autorizzazioni, rinnovi e quant’altro.

Con viva cordialità.

Il Segretario
Dr. Elvio Di Cesare

Archivi