A Formia basta con le chiacchiere. Le persone incompetenti e che non conoscono situazioni e fatti farebbero bene a tacere. Altrimenti creano solo confusione e basta. E’ stato tutto monitorato già e chi doveva essere informato è stato informato. C’é solo da stringere le maglie e questo compete solo alla Magistratura competente. Se il Sindaco vuole procedere seriamente crei l’Osservatorio così come lo abbiamo proposto noi dell’Associazione Caponnetto.

Non c’è più niente da… “monitorare”.
E’ stato fatto tutto e i risultati sono già da tempo in buone mani.
Si sa tutto e di tutti.
La Caponnetto ci ha lavorato in silenzio per almeno due anni.
C’è solo da attendere che chi ne ha la competenza e l’incombenza decida i provvedimenti da adottare e, quindi, far voti che questo avvenga il più presto possibile.
Ma noi abbiamo la più ampia fiducia nelle due DDA di Napoli e di Roma che stanno dimostrando di saper fare bene il loro lavoro, agendo peraltro all’unisono.
E questo ci tranquillizza.
Attenzione, non facciamo casini.
Intanto chi non sa le cose farebbe bene a tacere.
Certe forme di protagonismo di coloro che ignorano completamente situazioni e fatti danneggiano e non aiutano.
Questo per il pregresso.
Ci sono, poi, il presente ed il futuro.
Le ombre di connessioni fra soggetti politici e camorra.
Se a Formia non si fa una bonifica su questo versante macineremo sempre aria fritta.
Durante le ultime elezioni si parlava di decine di candidati
sospetti e di clan impegnati direttamente a far votare gli uni o gli
altri.
Ecco, questo è un campo nel quale vanno fatte chiarezza
e, eventualmente, pulizia.
E subito.
Fare antimafia significa essere in grado di fornire
indicazioni, piste investigative su tali connessioni, notizie.
Altrimenti è bla bla e non serve a niente.
Noi vogliamo sapere da chi conta e dispone se effettivamente c’è
la volontà di andare fino in fondo o se c’è ancora il clima che
portò all’archiviazione della parte dell’inchiesta “Formia
Connection” che riguardava il reato di voto di scambio.
Perché se c’è la volontà di andare a fondo, noi ci stiamo e daremo
, come abbiamo sempre fatto, tutto l’apporto anche tecnico che ci
verrà richiesto, altrimenti noi restiamo a casa nostra e il Sindaco si
crei tutti gli strumenti che vuole con Libera o con chi altro lui
vuole e gli auguriamo buon lavoro.
L’Osservatorio (non la Commissione che non serve a niente) deve
servire proprio a questo, ma deve essere composto da persone
competenti e non da quaquaraquà.

Archivi