A Fondi, mentre tutti attendono le decisioni del governo sulla richiesta di scioglimento dell’Amministrazione, spuntano discoteche e videogiochi

GRAZIE A DIO, NELL’OCEANO DI IGNORANZA, OMERTA’, COLLUSIONI, CHE CARATTERIZZANO L’OPERATO DELLA MAGGIOR PARTE DEI CITTADINI SUL PIANO DELLA LOTTA ALLE MAFIE, C’E’ ANCHE QUALCHE CITTADINO VIRTUOSO CHE PENSA AL BENE COMUNE E CI AIUTA NEL NOSTRO IMPEGNO QUOTIDIANO

Un popolo che perde persino la capacità di indignarsi è un popolo in agonia. Anzi, già morto.

Un popolo che continua a dare il proprio consenso politico a chi è responsabile dello stato in cui si trova è un popolo che assume su di sé la responsabilità di come sono andate e vanno le cose. Stiamo parlando del popolo di Fondi, del cui “caso” ormai hanno parlato e parlano le cronache nazionali ed internazionali.

Fondi crocevia di attività e presenze delle varie mafie.

Stiamo ancora aspettando che il Governo assuma, dopo 9 mesi di inerzia che non fanno di certo onore ad un Paese che dice di voler fare la lotta alle mafie, le decisioni che deve prendere dopo quanto è emerso dalle indagini fatte dalla DDA e dalle relazioni redatte dal Prefetto di Latina Frattasi e dallo stesso Ministro dell’Interno Maroni: quella di sciogliere finalmente l’Amministrazione comunale.

Le generalizzazioni, però, sono sempre ingiuste.

Ci sono cittadini e cittadini, i giusti e gli ingiusti, gli onesti ed i disonesti, i mafiosi o gli amici dei mafiosi e quelli perbene, i pavidi ed i coraggiosi.

E qualcuno di questi ultimi ci sta aiutando a capire sempre di più la situazione esistente nell’area Fondi-Sperlonga informandoci su cose interessanti di cui, come è nostro costume, mettiamo a conoscenza chi di dovere.

Fra tali notizie, ce ne è stata data una che riguarda il mondo delle discoteche e dei videogiochi, mondo reclamizzato, peraltro, da un sito web di Caserta.

Invitiamo la DIA ed i ROS a fare una indagine approfondita.

Archivi