A difesa del Parco de Curtis a Formia. Rifondazione Comunista e la Rete dei Valori si rivolgono al Sindaco ed ai Carabinieri. L’Associazione Caponnetto si associa.

A DIFESA DEL PARCO ANTONIO DE CURTIS DI FORMIA
Rifondazione Comunista e la Rete dei Valori si sono rivolti
al Sindaco ed ai Carabinieri di Formia per denunciare la presenza di camper all’interno del Parco De Curtis.
La sosta dei camper in quel parco – che é parte integrante della ridente Riviera di Ulisse – fu autorizzata l’anno scorso dal Comune di Formia per un brevissimo periodo durante l’estate,ma l’autorizzazione,a quanto pare,non é stata più rinnovata ed é quindi da ritenersi scaduta.
L’Associazione Caponnetto si associa alla richiesta delle due Segreterie politiche e chiede anch’essa che venga aperta un’indagine per verificare se l’attività del campeggio si sta svolgendo o meno nel rispetto delle leggi e regolamenti.

Archivi