A Ceccano si é dimesso il Segretario del PDCI.Forse a causa delle critiche della nostra Associazione sulla politica urbanistica del Comune

ANGELINO LOFFREDI, EX SINDACO DI CECCANO IN PROVINCIA DI FROSINONE, SI DIMETTE DA SEGRETARIO DEL SUO PARTITO, IL PDCI. FORSE, ALLA BASE DI TALI DIMISSIONI, LA SITUAZIONE URBANISTICA DENUNCIATA DALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE

“Seguito a pensare da tempo che il nemico principale per tutti è il “trionfalismo trionfante”, quel modo di pensare acritico e facilone che si accontenta dei numeri e li manipola di volta in volta a proprio uso e consumo. E per questo modo di fare vive di rendita politica riuscendo ad evitare un salutare confronto con la realtà di tutti i giorni”.

Queste parole rappresentano un atto di accusa gravissimo nei confronti della classe dirigente di Ceccano, città del frusinate amministrata da una maggioranza di centrosinistra.

Alcuni organi di stampa hanno riportato la notizia ipotizzando che alla base della decisione dell’ex sindaco di lasciare la direzione del suo partito ci fossero le preoccupazioni espresse dalla nostra Associazione in ordine alla politica urbanistica adottata dall’Amministrazione ceccanese.

Una politica di cementificazione del territorio che non trova alcuna giustificazione logica.

Noi nelle settimane scorse ci siamo chiesti il motivo per il quale l’Amministrazione di Ceccano ha dato il via alla realizzazione di centinaia di abitazioni senza tener conto di quella che è la domanda.

A Ceccano non trova alcuna giustificazione uno sviluppo notevole di edilizia residenziale al posto di quella economico-popolare.

Per “chi” vengono costruite tutte quelle case? E “chi “ sono le ditte costruttrici? E’ quanto abbiamo chiesto al Comando provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone di accertare.

Archivi