A Campobasso é partito il processo “Sistema Iorio”:L’Associazione Caponnetto ammessa come parte civile

A Campobasso é partito il processo  “Sistema Iorio”:L’Associazione Caponnetto ammessa come parte civile

(ANSA) – CAMPOBASSO, 19 OTT – Si è aperto questa mattina in Tribunale a Campobasso il processo sul cosiddetto ‘Sistema Iorio’. Affollata per l’occasione l’aula dell’udienza davanti al collegio presieduto dal giudice Gianpiero Scarlato. Come noto nell’unico fascicolo, che conta decine di migliaia di pagine, sono confluite vicende diverse che hanno come legame la figura dell’ex presidente della Regione, Michele Iorio (stamattina presente in aula).

I reati contestati – Una quindicina i reati contestati a vario titolo, diversi da imputato a imputato. Tra le ipotesi della procura (l’inchiesta è stata portata avanti dal procuratore Armando D’Alterio, anche lui presente in aula) ci sono anche corruzione, concussione, abuso d’ufficio, peculato, falsità materiale e ideologica, estorsione, violenza privata, bancarotta e ricettazione. Stamattina si è proceduto alla costituzione delle parti ed è stata subito battaglia tra gli avvocati in merito alle richieste di costituzione di parte civile.

In 17 sul banco degli imputati – Sono 17 le persone sul banco degli imputati: Ignazio Annunziata (all’epoca dei fatti figura di riferimento del giornale ‘La Gazzetta del Molise’), l’ex governatore Michele Iorio, l’ex assessore regionale Gianfranco Vitagliano, l’ex capo della Protezione Civile Giuseppe Giarrusso, l’ex direttore dell’Asrem Angelo Percopo, il direttore di Telemolise Manuela Petescia e l’editore Quintino Pallante; e poi ancora: Rosario Cardile, Michele Colavita, Antonio e Stefano Epifanio, Giuseppe Marchese, Giorgio Marone, Desio Notardonato, Francesco Pettinicchio, Nicolino Sacchi e Anna Totaro. Coinvolte inoltre anche due società: Telemolise e European Broadcastin Company (vengono contestate violazioni amministrative). (ANSA).

Si torna in aula il 24 novembre – L’udienza è terminata alle tredici. I giudici hanno ammesso come parti civili la Regione Molise e l’associazione Caponnetto (già ammessa precedentemente Molise Acque) mentre hanno respinto la richiesta di costituzione dell’Agenzia regione per la ricostruzione post sisma. Per affrontare le altre questioni preliminari servirà una nuova udienza che si terrà il 24 novembre. In aula stamane si è anche appreso che la procura ha presentato ricorso in Cassazione contro il proscioglimento dell’ex presidente della Regione Michele Iorio, in udienza preliminare, relativamente al reato di bancarotta. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archivi