A Briatico,nel vibonese ,terra tormentata dalla ndrangheta.Nascondevano armi e cartucce: arrestati zio e nipoti dai carabinieri

Nascondevano armi e cartucce: arrestati zio e nipoti dai carabinieri

Un importante sequestro di armi di vario calibro è avvenuto ieri, a Briatico, da parte dei carabinieri della locale Stazione.Nella corso della quotidiana attività di controllo del territorio, infatti, i carabinieri della Stazione di Briatico, con l’aiuto dei cani del Nucleo Cinofili del Gruppo Operativo Calabria hanno arrestato un uomo e i suoi due nipoti poiché trovati in possesso di numerose armi e munizioni. I 3 sono Francesco Lo Iacono, classe 60, Fiorenzo Lo Iacono, classe 88, e Felice Lo Iacono, classe 83, tutti residenti a Briatico.

armi briaticoIn particolare, la pattuglia dei carabinieri alla guida del maresciallo ordinario Marco Albano, hanno rinvenuto all’interno di un’intercapedine ricavata nel sottotetto di uno degli appartamenti di proprietà dei tre: 1 fucile a pompa, 1 pistola semiautomatica e 2 revolver tutti con matricola abrasa oltre a 82 cartucce calibro 45, 82 cartucce  calibro 9×21, 95 cartucce calibro 357 magnum e 75 cartucce calibro 12. Nel corso della perquisizione i militari, con l’ausilio dei cani dell’unità cinofila, hanno rinvenuto inoltre, occultate sotto un cumulo di tegole posto all’interno di un magazzino, 25 cartucce calibro 12, 85 cartucce calibro 22, 7 cartucce calibro 357 magnum, 12 cartucce calibro 38 special e 10 cartucce calibro 6.35. I tre congiunti, terminate le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Vibo Valentia.

Archivi