UNA STRAGE DI MASSA E NESSUNO FA NIENTE

 

L’ALTRO  GIORNO NEL GIUGLIANESE C’E’ STATO L’ENNESIMO  INCENDIO DI RIFIUTI NOCIVI.

UN INCENDIO DEVASTANTE CHE HA COSTRETTO  DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE,DONNE,UOMINI,BAMBINI,GIOVANI,ANZIANI,A CHIUDERSI DENTRO CASA,PORTE E FINESTRE ERMETICAMENTE CHIUSE,PER NON RESPIRARE ARIA INSALUBRE ED ASSASSINA.

UNA SITUAZIONE INSOSTENIBILE A FRONTE DELLA QUALE PIANI DI SICUREZZA,PROCLAMI,DICHIARAZIONI DI INTENTI,PATTI DI LEGALITA’ E QUANTO ALTRO ANCORA DEL GENERE,HANNO FATTO TUTTI CILECCA E SI SONO ANCORA UNA VOLTA RIVELATI CARTA STRACCIA,ROTOLI DI CARTA IGIENICA,CHINCAGLIERA PER GLI ALLOCCHI.

ED INTANTO LA GENTE DELLA CAMPANIA ED ANCHE DEL BASSO LAZIO -L’AREA DEFINITA DAL PENTITO DI CAMORRA CARMINE SCHIAVONE “PROVINCIA DI CASALE “-CONTINUA A MORIRE A FALANGI.

CHIACCHIERE E TABBACCHERE ‘E LIGNO E NULL’ALTRO ALL’ORIZZONTE.

LA SETTIMANA SCORSA ALLA SEDUTA DELLA 3° COMMISSIONE SPECIALE DELLA REGIONE CAMPANIA CONVOCATA PER L’AUDIZIONE DI VINCENZO RUSSO E DEGLI ABITANTI DI PIANURA -SEDUTA ALLA QUALE NOI  DELL’ASSOCIAZIONE  CAPONNETTO ABBIAMO VOLUTO ESSERE PRESENTI TRAMITE IL NOSTRO VICE SEGRETARIO NAZIONALE SEN.FRANCESCO DE NOTARIS PER CONSTATARNE DE VISU L’ANDAMENTO- DI 13 CONSIGLIERI COMPONENTI SE NE SONO PRESENTATI SOLAMENTE 3.

SINDACI,PREFETTO,GOVERNATORE,MINISTRO,GLI ATTORI DI QUESTO TRISTE SPETTACOLO,SI RIMPALLANO LE RESPONSABILITA’ GLI UNI SUGLI ALTRI E LA TRAGICOMMEDIA PROSEGUE ALL’INFINITO SENZA UN ESITO.

CARMINE SCHIAVONE PARLO’ DI 5 MILIONI DI MORTI COME CONSEGUENZA DELL’INTERRAMENTO DEI RIFIUTI TOSSICI,SENZA CONSIDERARE,PERO’,GLI INCENDI  E TUTTO QUELLO CHE NE SAREBBE DERIVATO.

ALTRO CHE 5 MILIONI !!!!!!

QUESTA E’ UNA STRAGE DI MASSA.

DI INTERE POPOLAZIONI E DI VARIE GENERAZIONI.

 E A DIRE CHE PER LEGGE I SINDACI SONO I RESPONSABILI PER QUANTO RIGUARDA LA SALUTE NEI TERRITORI DA LORO GESTITI.

I PRIMI RESPONSABILI.

I LORO APPELLI NON CI INCANTANO.

SE ENTRO DUE SETTIMANE A FAR DATA DA OGGI NON VEDREMO L’ESERCITO CON I BLINDATI E CON I POTERI DI POLIZIA GIUDIZIARIA SCHIERATO IN QUEI COMUNI, LI DENUNCEREMO,INSIEME A GOVERNATORE E PREFETTO,ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA PER OMICIDIO E STRAGE E COMINCEREMO AD ATTACCARE A TESTA BASSA QUESTA VOLTA SENZA SE E SENZA MA.

LA SEGRETERIA NAZIONALE  DELL’ASSOCIAZIONE A.CAPONNETTO  

Archivi