CLAN DEI CASALESI. Favorì la latitanza di Giuseppe Setola, chiesti 9 anni di carcere per l’italoamericano Larry
E’ accusato anche di aver compiuto numerose estorsioni

CASAL DI PRINCIPE – Favorì la latitanza di Giuseppe Setola e ha compiuto diverse estorsioni.

Il Procuratore generale presso la Corte di Appello di Napoli, nella sua requisitoria ha chiesto 9 anni di galera per Loran John Perhan uno dei fedelissimi del boss.

John Loran Perham, l’italoamericano detto Larry fu arrestato nel giugno 2010 con l’accusa di aver favorito la latitanza di Setola.

All’epoca dei fatti, i carabinieri di Parete ed Aversa scoprirono che  il boss aveva scelto come rifugio il cuore di Napoli, nei pressi di un vivaio con villette a schiera in via Manzoni.

Secondo l’accusa,  Perhan e altri si occupavano anche delle estorsioni nei confronti di commercianti di Parete, Trentola Ducenta e dell’agro aversano.

Tra i locali taglieggiati, l’acquapark Free Time di Parete e la rivendita “Tamburrino motor’s” di Parete. Arrestati con l’accusa di essere estorsori del clan, tra gli altri, anche Massimo Napolano e Luigi Nigro.

PUBBLICATO IL: 15 giugno 2016 ALLE ORE 19:12

fonte:www.casertace.net

Archivi