Caso Caivano – Pisani: incompatibili le posizioni processuali di Raimondo Caputo e Marianna Fabozzi

 

Downloader.png   Downloader_1.png

comunicato stampa

A Caivano l’incontro pubblico giovedì 26 maggio. Pisani: incompatibili le posizioni processuali di Raimondo Caputo e Marianna Fabozzi

 

Le atrocità a danno di bambini nel Parco Verde, costate la vita ai piccoli Fortuna Loffredo e Antonio Giglio, saranno al centro di un incontro pubblico fra autorità, esperti e cittadinanza in programma giovedì 26 maggio a partire dalle ore 15 nella Biblioteca del Castello medievale di Caivano, in piazza Cesare Battisti. All’incontro parteciperanno la criminologa Roberta Bruzzone, che sta seguendo il caso, don Aniello Manganiello dell’Associazione “Ultimi” di Scampia, il sindaco di Caivano Simone Monopoli, il magistrato Nicola Graziano, gli avvocati Angelo e Sergio Pisani che assistono i familiari delle piccole vittime del Parco Verde, il penalista Damiano De Rosa, docente alla Scuola di Specializzazione Professioni legali all’Università del Molise, la psicologa Emiliana Basile, Roberto Mirabile dell’Associazione La Caramella Buona Onlus, il rappresentante Unicef Mimmo Pesce, lo psicologo dell’età evolutiva Germano Guarna, oltre ad esponenti della società civile e delle associazioni. L’incontro nasce per iniziativa congiunta tra gli avvocati Angelo e Sergio Pisani di Pronto Intervento Legale, il Comune di Caivano e l’Associazione Antimafia Antonino Caponnetto, i cui rappresentanti saranno giovedì in prima fila, a cominciare dal penalista Gerardo Tommasone e dalla giornalista di Julie Italia Rita Pennarola, componente del comitato scientifico della Caponnetto, che condurrà i lavori.

Con l’occasione si invita la stampa a rettificare quanto diffuso nel primo comunicato del Comune di Caivano sul nome della sigla organizzatrice, che è Pronto Intervento Legale, ma era stata erroneamente definita “Pronto Soccorso legale”, nome riferibile invece ad altra realtà.

Gli avvocati Angelo e Sergio Pisani intanto, in attesa dei risvolti delle loro indagini difensive e delle nuove tecniche investigative richieste (in primis l’accesso alle immagini satellitari), ed anche alla luce di quanto accaduto nell’incidente probatorio, quando Caputo invitò il giudice a porre delle domande alla Fabozzi, rimaste senza risposta da parte della compagna, ritengono ormai che le posizioni processuali dei due risulteranno evidentemente incompatibili: «pertanto Caputo o la Fabozzi dovranno per forza avere difese diverse e ci saranno nuovi scenari da approfondire». «Solo in tal modo, da un loro confronto – aggiungono i legali –  potranno emergere nuovi scenari investigativi, quali ad esempio un rimpallo di responsabilità, che potrà fare maggior luce sulla vicenda».

 

Al termine dell’incontro pubblico di giovedì, intorno alle ore 18.00, partirà dal Castello la marcia silenziosa di popolazione, esperti ed autorità dal centro storico fino al Parco Verde, dove saranno liberati al cielo centinaia di palloncini bianchi  in ricordo di Chicca e di Antonio.

 

Napoli, 24 maggio 2016   

Ufficio stampa Studio Legale Pisani & Partners

 

Studio Pisani & Co.
Piazza Vanvitelli 15
80129 Napoli, IT

– Tel.: 081 556.77.77     www.angelopisani.it

contatti: stampapisani@gmail.com – 335.417420 – 347.3615263

 
Archivi