Chi Siamo

CHI SIAMO? COSA CI PROPONIAMO?
LE RAGIONI DELLA NOSTRA PRESENZA NEL LAZIO
ED IL NOSTRO ORGOGLIO DI ESSERE … ”DIVERSI”

Se lo domandano in molti,cittadini,esponenti politici,rappresentanti delle istituzioni:chi sono nel Lazio quelli della “Caponnetto”?

Come sono essi schierati politicamente?

Lo diciamo subito,senza riserve:molti di noi votano a sinistra,ma ci sono anche altri che votano centrodestra.Questi ultimi non vengonodi certo guardati con diffidenza;anzi, essi sono apprezzati per il coraggio che dimostrano conl’essersi schierati con persone che politicamentela pensano diversamente.

Nel Lazio,come si vede, non c’è solamente una…”trasversalita” dei mafiosi e dei ladri, ma c’è anche un’altrettanto importante”trasversalità”di coloro che combattono mafiosi e ladri. Ed è questo quello che ci interessa.Il nostro orgoglio di essere “diversi” derivadal nostro sentirci liberi, come sodalizio ed al di là dei convincimenti personali di ognuno di noi,dai condizionamenti politici. Non ci sentiamo sposati, nel nostro impegno quotidiano, con chicchessia e non esitiamo a denunciare manchevolezze e responsabilitàdi ognuno.

C’è un altro aspetto della nostra “diversità”,quello che attiene al nostro modo dilavorare nel combattere mafie ed illegalità nella nostra Regione. Il Lazio si conferma sempre più come un importante crocevia di mafie e di malaffare.

Sono presenti sul territorio laziale clan ,cosche,’ndrine ed altre organizzazioni criminali italiane e straniere. Il loro radicamento sul territorio è sempre più saldo mentre il loro inserimento nel tessuto sociale, economico ed anche politico della nostra Regione è ormai palese ed accertato.

Di fronte ad una situazione così delicata, la risposta delle istituzioni,nessuna esclusa, è stata estremamente deludente. Non vogliamo parlare di complicità, soggettive od oggettive, ma senza tema di essere contestati da chicchessia, di gravissimi ritardi, omissioni, negligenze, disattenzione, nell’azione di contrasto della criminalità organizzata e delle illegalità.

Nel Lazio-in particolare nel sud del Lazio,Latina e Frosinone-si continua ancora a pensare di contrastare le mafie conle metodologie e letture di trent’anni fa. Non si riesconoancora a capire i mutamenti delle mafie, che si sono ormai trasformate in “impresa”, mutamenti che richiedono,quindi,intelligenze e tecniche investigative moderne.

Va impostato tutto un lavoro di intelligence e di seria investigazione sulla “provenienza” dei capitali che vengono investiti sul nostro territorio.Vanno fatte, insomma, quelle indagini PATRIMONIALI che noi invochiamo da anni e che si continua a fare poco o, addirittura niente, come appunto  nelle province di Latina e Frosinone soprattutto.

Parlavamo di un secondo aspetto della nostra “diversita”.Di che cosa si tratta?

Noi non ci limitiamo a fare ….”sociologia delle mafie”, la storia delle mafiee cose di tal genere. Noi, purtroppo, di fronte alle carenze delle istituzioni, in molti casi ci siamo visti costretti a sostituirci ad esse, investigando e scoprendo fatti di estrema gravità. La mafia, se la si vuole combattere veramente, la si deve combattere “sporcandosi le mani”, non…parlando ex cattedra.

Ecco chi siamo noi e come la pensiamo.

Scarica il nostro statuto

COME ADERIRE ALL’ASSOCIAZIONE

Sono aperte le iscrizioni alla nostra associazione.
Per aderire basta redigere una domanda in carta semplice contenente tutti i dati anagrafici, domicilio, numero di telefono e precisazione della veste giuridica per quanto riguarda Enti o altri soggetti collettivi; puoi inviarci  il MODULO inserito sotto per  via email:

La quota annuale è di  30 euro.

Archivi