Teppisti a Roma, distrutta la stele per Falcone e Borsellino

La denuncia di Provenzano (Pdl): ‘Necessari immediati interventi per ripristinare la sicurezza’

Roma, secondo il quale ”quanto accaduto è l’ennesima dimostrazione che a Piazza Bologna sono necessari immediati interventi per ripristinare il decoro e la sicurezza”.

”I cittadini – spiega – sono esasperati dai gruppi di ragazzi che fino a notte fonda si riuniscono per bere, fumare gli spinelli e suonare i bonghi. Ogni mattina gli operatori dell’Ama raccolgono centinaia di bottiglie di vino e birra e la distruzione del monumento è sicuramente frutto delle sbornie notturne”.

”L’atto di teppismo con cui è stata danneggiata la stele di Falcone e Borsellino offende profondamente la città di Roma”’, fa sapere il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. ”Chiunque abbia commesso un simile gesto – aggiunge – finge di dimenticarsi dell’importanza dell’opera di questi due giudici nella lotta alla criminalità organizzata, un’opera che li ha portati ad essere dei veri e propri eroi del nostro tempo”.

”Per questo, oltre ad operare per l’immediato ripristino del monumento – assicura il primo cittadino – ci impegniamo ad inaugurare il restauro in forma solenne per rinverdire la memoria di chi vuole scordare e per dare un chiaro monito contro di chi non solo compie atti di teppismo ma osa profanare questi monumenti. Agli inquirenti il compito di individuare rapidamente i responsabili che si meritano una punizione esemplare”.

Interviene sulla vicenda anche il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo. ”Neanche un gesto insensato come uno stupido atto vandalico va sottovalutato, in primo luogo per il rispetto che tutti dobbiamo a due grandi uomini dello Stato come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino; poi perché la criminalità organizzata, anche qui nel Lazio, è una cosa molto seria, su cui nessuno può permettersi di scherzare”.

”Le istituzioni devono dare segnali inequivocabili di compattezza nella lotta alle mafie e nella battaglia per la legalità – ha continuato Marrazzo – Per questo, la Regione Lazio sarà accanto al Comune di Roma per il ripristino della stele dedicata ai magistrati Falcone e Borsellino”.

(Tratto da www.newsway.it)

Archivi