Mozione alla Regione Lazio del gruppo della Fds sull’ultima operazione anticamorra a Formia e nel Basso Lazio. E’, quello della FDS il primo comunicato di una parte politica che ha colto l’argomento “mafie” nel sud pontino nei suoi contorni reali e con proposte serie e razionali. Aspettiamo che anche gli altri partiti e movimenti che finora hanno preso posizione su tale materia facciano altrettanto con proposte non più risibili

COMUNICATO STAMPA
Lotta alla criminalità organizzata
Peduzzi-Nobile(FdS): “Presentata una mozione di contrasto alle mafie”

“Abbiamo depositato oggi una mozione che impegna il Consiglio regionale del Lazio a mettere in campo tutte le iniziative di contrasto alle mafie e di sviluppo della legalità e della trasparenza e a costituirsi parte civile nei processi per mafia che riguarderanno l’operazione “Golfo”, che ha portato all’arresto di esponenti di spicco del clan “Bardellino”, nel comune di Formia”. E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, Ivano Peduzzi e Fabio Nobile , capogruppo e consigliere della Federazione della Sinistra alla Regione Lazio.

“Chiediamo poi – continuano – di mettere in campo gli strumenti amministrativi per rafforzare la trasparenza delle procedure di appalto, attraverso la verifica accurata dei collegamenti diretti e indiretti tra aziende partecipanti alle gare e i controlli sulle aziende subappaltatrici e di intervenire presso le autorità competenti per potenziare il personale dei centri operativi di Napoli e Roma della Dia, del Ros dei Carabinieri e del Gico della Guardia di Finanza. Tale richiesta è estesa anche al Ministro degli Interni, per rafforzare i commissariati di Formia, Fondi e Terracina con personale proveniente dalla squadra mobile e al Ministro della Difesa, per il potenziamento, nella provincia di Latina, del numero degli ufficiali e sottoufficiali dei carabinieri provenienti dal Reparto Operativo specializzato nella lotta alla criminalità organizzata;

“La mozione impegna inoltre il Consiglio ad attivare i percorsi di sensibilizzazione nelle scuole, attraverso incontri e ca mpa gne informative, con l’obiettivo di far maturare una nuova coscienza civica tra i giovani e a promuovere forme di partecipazione alla vita democratica”.

“Altra richiesta fondamentale è di velocizzare la concessione di contributi agli Enti locali per favorire il riutilizzo sociale dei beni immobili sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e mafiosa, attraverso la stipula di accordi di programma con i soggetti assegnatari e di sollecitare le autorità competenti ad aumentare i controlli da parte degli organismi bancari sulla provenienza del denaro. Chiediamo infine di avviare le ca mpa gne di informazione contro il racket e l’usura e di attivare gli strumenti legislativi esistenti per chi denuncia i propri estorsori e usurai”.

Ufficio Sta mpa Fds Regione Lazio
http://www.federazionesinistralazio.it/

Archivi